Iniziata ormai da 50 giorni l’attività con tutti i gruppi del settore pallacanestro e minibasket, sia maschile che femminile, la Union si appresta a partire con tutti i campionati, che a breve saranno stilati da tutti gli allenatori. Per questo, ad una settimana dall’inizio di quello principale, della prima squadra Virtus iscritta in serie D, è il momento di analizzare la prima parte della stagione, quella in cui si è lavorato a fari spenti, in tutti i settori, per poter ancora una volta dimostrare la crescita di una società giovane, ma che ha già diversi punti di eccellenza.

Una stagione partita con tante notizie e cambiamenti, oltre alle solite gradite certezze. Infatti ormai, ad accordi raggiunti, è doveroso comunicare ufficialmente i prestiti di due giocatori che, fuori per studio, sono approdati in due società della stessa città, Firenze, entrambi in serie B. Parliamo ovviamente di Albi Metalla e Giovanni Cenciarelli, classe ’97 entrambi, provenienti dalla nostra “cantera”. Un grande in bocca al lupo ad entrambi i ragazzi, per la loro avventura. Aggiunta importante invece, di cui siamo estremamente fieri, è l’arrivo in prima squadra di un nuovo dirigente accompagnatore, Massimo Pettine, che ha accettato veramente di buon grado il nostro invito, dimostrando ancora una volta l’attaccamento per i nostri colori. Massimo, padre di due nostri giovani campioncini, che giocano coi colori biancoverdi Union, ci segue da anni, con smisurata carica, rispetto per il gioco e passione. Siamo felici di poterlo avere tra di noi, a rappresentarci con la sua correttezza e carica.

Altro cambiamento radicale è in testa alla società. Infatti da questa stagione, la Virtus Basket Terni ha un nuovo presidente, Roberto Picchiarati, che è succeduto a Daniela Tilli. Per la nostra presidentessa un piccolo passo indietro, dopo anni in prima linea, che non sbiadiscono in alcun modo l’amore per questa società che ha visto nascere, crescere e diventare grande. Roberto, che da molti anni è in palestra con noi, un riconoscimento importante e dovuto, vista la sua volontà e capacità. Con il presidente Picchiarati la nostra società trova un professionista capace ed innamorato di questo sport, che sarà una grande aggiunta per tutti noi: “Arrivo con grande piacere – ha detto il neo presidente Picchiarati – in questa società che seguo da sempre, visto che Leonardo, mio figlio, gioca da anni. La Virtus oggi è formata da un gruppo di ragazzi volenterosi, corretti e con tanta voglia di crescere. Per me – conclude – esserne il volto rappresentativo è un onere ma soprattutto un onore”.

Il settore pallacanestro maschile, come risaputo, vanta la collaborazione oltre che della Virtus, anche della Leo Basket Terni, guidata come sempre dall’unico ed insostituibile Bruno Seconi, che questa stagione gestirà i ragazzi appena usciti dal settore minibasket, accompagnandoli fino all’under 16, quando i giovani passeranno alla Virtus. Stessi programmi tecnici e collaborazione totale come se si gestisse una sola società, sono i requisiti di un rapporto che dura da anni e ormai è consolidato da una storia di 6 stagioni.

Sia under 13, che 14 e 15, rispettivamente nati nel 2004-03-02, hanno iniziato, raggiungendo un grande numero di iscritti, anche più di quelli che immaginavamo ci fossero. Agli ordini dei coach Ramozzi, Macchiarulo e Sergnese, insieme alla supervisione del responsabile tecnico Graziani, oltre all’apporto del giovane assistente Leonardo Tittarelli, il lavoro in palestra è già molto buono. “Siamo partiti con qualche problemino – ha detto coach Graziani – soprattutto dovuto alla logistica. Infatti sono ben noti i problemi delle palestre, che ci hanno imposto modifiche ad orari per i ragazzi soprattutto nelle prime settimane. Siamo grati però ai genitori – continua – che hanno capito la nostra situazione, accettandola con pazienza. Per noi è motivo di onore vedere tanti ragazzi nuovi in palestra, e nelle prossime settimane organizzeremo gruppi di lavoro a parte per i nuovi iscritti, con l’unico obiettivo di fargli recuperare le lacune che li dividono dai loro coetanei. Nessuna bocciatura, piuttosto impegno in più, profuso per chi vuole, come noi, innamorarsi di questo sport. Attendiamo i primi calendari ora, anche perché fremiamo tutti per iniziare a competere”.

Certamente però l’ultima parola va a chi il settore lo rappresenta, cioè i gruppi più grandi, dall’under 16 ai 18, oltre che i senior, come lo scorso anno chiamati al doppio lavoro, giocando anche il campionato under 20. “Il gruppo under 18 – queste le parole di coach Luciano Bisceglialavora duramente e con impegno. In questo momento siamo un gruppo agli albori, formato da tanti ragazzi di differenti età. Il mio primo obiettivo – continua – sarà quello di trovare la giusta alchimia tra i ragazzi, per migliorarci ancora di più durante gli allenamenti e per creare una identità di squadra per il campionato, sempre più vicino. Da un punto di vista meramente tecnico, cercheremo di creare giocatori autonomi, cioè capaci di leggere da soli le situazioni che gli si creano davanti. Il nostro sistema di gioco a livello giovanile è uguale per tutte le squadre, soprattutto salendo di categoria; per questo, il gioco in velocità, oltre ad una prima lettura dei blocchi sarà il nostro pane quotidiano”.

La società non si pone obiettivi di classifica, piuttosto ricerca la crescita dei giocatori, per arrivare al reale obiettivo, con la creazione di giocatori futuribili. “Confermo che i risultati avranno un peso – conclude coach Luciano – ma non saranno centrali nel lavoro che svolgeremo questa stagione. Stesso discorso vale per l’under 20, dove proveremo a lavorare con più attenzione sul nostro gioco “aperto”, ma dove vogliamo anche inserire nel sistema i giocatori che durante la stagione, faticheranno maggiormente in prima squadra. Lo scorso anno è stata una stagione davvero importante per alcuni di loro, che trovando minuti con l’under 20, sono diventati importanti anche con la serie D”.

Un lavoro estremamente interessante quello di coach Lucio, che troverà spalla e collaborazione nel coach della serie D e responsabile tecnico dell’intero settore Pierpaolo Pasqualini: “Gli obiettivi della serie D sono gli stessi della scorsa stagione – dice coach Pasqualini – cioè provare a migliorarci ogni giorno, individualmente e di squadra. Questo vale per tutto il settore pallacanestro. L’anno scorso i risultati raggiunti (finale playoffs con la D, spareggio interzona con l’u20, final four sfiorate di un soffio sia con l’u18 ecc che regionale e terzo posto con l’u15 ecc) non sono arrivati per caso. Sono ormai sei anni che portiamo avanti una programmazione mirata affinché i nostri ragazzi siano messi nelle migliori condizioni per divertirsi e dare il massimo. Inoltre, vogliamo che la gente continui a seguirci con la stessa passione della scorsa annata”.

I ricordi più vivi dello scorso anno sono le 400 persone che hanno assistito all’amichevole di lusso contro un college americano, oltre ad altrettante persone per gara 1 di finale contro Viterbo: “Il nostro pubblico è fantastico perché è mosso da vera passione e vera motivazione. Ci sono decine di amici, familiari, parenti, giocatori del settore giovanile alle nostre partite – continua coach Pasqualini – ed alla Cupola si respira questa aria adrenalinica che non vogliamo perdere, piuttosto moltiplicare. Speriamo di essere in grado di porre l’attenzione giusta anche sugli altri campionati, perché vogliamo che tutti i nostri ragazzi giochino sempre con una cornice colorata, folta ed educata di pubblico”.

Con il settore minibasket si stanno registrando grandissimi numeri, con il tesseramento di molti bambini in più dello scorso anno, segno di una struttura che comincia a radicarsi sul territorio: “Quello è il punto di partenza – conclude Pasqualini – perché senza una base importante non si va da nessuna parte. La nostra società si sta impegnando a lavorare sempre al massimo, con istruttori qualificati soprattutto per i più piccoli. Per questo già dal prossimo anno speriamo di poter far lavorare anche il professor Raffaele Parretta, il nostro preparatore fisico, anche con i gruppi minibasket, oltre che tutti quelli relativi alla pallacanestro. “Raffa” per noi è un punto fermo e negli ultimi anni ha seguito la crescita dei nostri atleti con grande successo. Già questa stagione ha implementato il suo lavoro con noi e vogliamo che si continui con questo progetto”.

Ci siamo dunque, dopo tanti giorni di preparazione, sabato la serie D scenderà in campo, inaugurando una lunga stagione fatta di sei campionati maschili.

Scarica il calendario della Serie D

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

ULTIME GARE DISPUTATE

Serie C gir.B
27a di campionato, 16/2/2019
Ternana - Triestina 0 - 2
Eccellenza
21a di campionato, 10/2/2019
Orvietana - Pontevalleceppi 1 - 1
Narnese - Sansepolcro 2 - 4
Promozione gir. B
21a di campionato, 10/2/2019
Montefranco - Amerina 1 - 2
Nestor - Olympia Thyrus 1 - 0
Campitello - Terni Est Soccer School 4 - 0
Gualdo Casac. - Giove 4 - 0
AMC 98 - San Venanzo 1 - 0