Il Tabellino

VIRTUS BASKET TERNI 75- PALLACANESTRO PERUGIA 72

PARZIALI 18-17; 26-21; 16-12; 15-22

Virtus: Centonze 8, Picchiarati 3, Navarra 3, Finetti 3, Piantoni, Torelli, Amadio 20, Barcaroli 17, Macchioni 3, Orlandi, Frolov 18.

Pallacanestro Perugia: Rombi 25, Befani, Ceccarelli, Versiglioni, Burini 17, Vitalesta 2, Speziali 9, Mattaioli, Tomassini 17, Lettieri, Iachettini 2, Formenti.

Esordio spettacolare per la Virtus Terni, che, davanti ad un pubblico già numeroso e caloroso, ha battuto per 75-72 i cugini della Pallacanestro Perugia.

Un finale da film alla Cupola, quando la tripla di Amadio, da sette metri e con l’uomo addosso, faceva letteralmente esplodere il pubblico e tutta la squadra, riversata in campo per portare in trionfo il giovane esterno ternano, che proprio ieri, festeggiava la maggiore età. Un bel modo per entrare nel mondo dei grandi per Francesco! Ma la gara non è stata solo questo. Infatti, la battaglia fra le due contendenti è stata davvero intensa e piena di giocate di pregevole fattura, da ambo i lati. Ma andiamo con ordine.

Si parte forte, con il primo canestro della stagione di capitan Macchioni, che bagna l’esordio con una tripla, subito replicata però da due canestri ospiti che dimostrano la volontà dei perugini di non fare da sparring partner. La gara è divertente e veloce, con due quintetti speculari, rivolti al ritmo alto ed alle letture, senza tanti schemi. Dopo una prima fiammata locale, è Perugia che sembra avere qualcosa di più nel secondo quarto. Si svuotano completamente le panchine, e la Virtus anche grazie all’apporto dei nuovi entrati rimette la testa avanti, mettendo a segno un bel contro parziale, griffato da una tripla del classe ’00 Picchiarati, ma soprattutto con un paio di giocate di pura sostanza targate Barcaroli.

Nel secondo tempo coach Peducci, schiera una zona 2-3 che la Virtus affronta appoggiandosi sui suoi pivot, che si fanno trovare pronti alla battaglia. Sia Frolov che Centonze offrono una prestazione di grandissimo spessore, con rimbalzi, presenza in difesa, ma soprattutto in attacco, dove un paio di svitamenti di Valerio, trovano collaborazione in appoggi comodi per Elio, apparso veramente a suo agio ieri sera, nonostante sia stato trattato “con le cattive”.

Perugia risponde con le folate dei suoi esterni, dove emerge la prestazione dell’ottimo Rombi, che con un paio di “isolation” tiene a galla i suoi. Complimenti al giovane play che ha dimostrato con umiltà di essere un ottimo prospetto. Ma la coperta è corta e prese le misure delle sfuriate del play perugino, arrivano un paio di “veloci” di Amadio e Frolov che ridanno carica alla Virtus per la volata finale. Nel momento più difficile Finetti si fa trovare pronto per la tripla del controsorpasso che da energia e sicurezza ai suoi. Nel pitturato Frolov e Barcaroli si trovano che è una meraviglia, con “Barca” bravissimo ad aprirsi anche fuori dalla linea da tre, regalando una tripla importante, ma soprattutto giocando con intelligenza in lunetta, vera spina nel fianco per i perugini. Perugia non molla però e negli ultimi minuti, quando i ritmi rischiano di mandare fuori giri gli attacchi, sembra averne di più soprattutto da fuori, anche se i ternani conservano un vantaggio risicato di tre punti. Il finale è spettacolare, con Perugia che pareggia con un tiro da tre, 72-72 a 25” dalla fine. La palla arriva in post a Frolov, che si stacca di dosso un paio di braccia e muove la palla fuori, proprio al neomaggiorenne Amadio, che dopo un paio di palleggi sul posto, si alza per un tiro “ignorante”. Swish! Il resto, lo avete già letto.

"Siamo stati molto bravi a muovere il pallone velocemente e con intelligenza - ha detto coach Bisceglia, oggi capo allenatore vista la squalifica di coach Pasqualini - e questo ci ha permesso di trovare molti tiri aperti o comunque in ritmo. Abbiamo lavorato parecchio su questo aspetto, migliorandolo rispetto alla scorsa stagione, dove a volte esageravamo. Bravi veramente i ragazzi a non mollare mai".

Una gara dove i pivot sono stati un fattore determinante. Altra nota lieta dunque.

"Sì - continua Lucio - bisogna dire che il lavoro svolto per tutta l'estate sta dando i suoi frutti. Alcuni movimenti di Elio e Valerio sono stati veramente fatti bene. Il lavoro di coach Schiavi, che lavora con alcuni di loro durante la settimana è evidente. Siamo fieri di averlo con noi".

Meglio non si poteva iniziare, soprattutto per una squadra che questa stagione si è privata di giovani che erano importantissimi per gli equilibri del gruppo. Ma la risposta è stata veramente tosta, da parte di un gruppo di ragazzi rinnovato, giovanissimo, ma con un cuore già enorme. Complimenti di cuore anche alla Pallacanestro Perugia, squadra veramente interessante. Se questa è la serie D che ci aspetta, siamo orgogliosi di questo campionato!

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

ULTIME GARE DISPUTATE

Serie C gir.B
27a di campionato, 16/2/2019
Ternana - Triestina 0 - 2
Eccellenza
21a di campionato, 10/2/2019
Orvietana - Pontevalleceppi 1 - 1
Narnese - Sansepolcro 2 - 4
Promozione gir. B
21a di campionato, 10/2/2019
Montefranco - Amerina 1 - 2
Nestor - Olympia Thyrus 1 - 0
Campitello - Terni Est Soccer School 4 - 0
Gualdo Casac. - Giove 4 - 0
AMC 98 - San Venanzo 1 - 0