Un risultato di grande prestigio e non solo per tutta l'Umbria sportiva. All'Auditorium del Palazzo delle Federazioni a Roma, le votazioni che hanno definito la composizione del Consiglio Nazionale che l'11 maggio si riunirà per eleggere Presidente e Giunta Nazionale del CONI per il prossimo quadriennio, hanno visto l'elezione dei 4 rappresentanti in quota Comitati Regionali. Accanto ad Oreste Perri (Area Nord) e Maurizio Basilio Condipodero (Area Sud), per l'Area Centro è stato eletto il presidente del Coni Umbria, gen. Domenico Ignozza. Ecco le sue impressioni raccolte da Sporterni.it.

Generale, anzitutto complimenti. Che significato ha per lei e per l'Umbria sportiva questa elezione?

Rappresenta una vittoria del movimento sportivo umbro nella sua totalità. Avere la possibilità per una regione come l'Umbria di essere rappresentata nel Consiglio Nazionale per la prima volta è una vittoria di tutto ciò che questo movimento ha saputo produrre negli ultimi quattro anni. Chi ha ritenuto opportuno sostenermi sa quanto impegno hanno messo gli enti, le federazioni e tutti coloro che si occupano di sport. E quanto abbiamo contribuito al rilancio della nostra regione. Viene premiato un lavoro svolto ad altissimo livello.

A questo punto, come può definire la situazione dello sport nella nostra regione?

Siamo partiti nel modo migliore, tante attività e l'impegno richiestoci dalla Regione di essere promotori di rinascita turistica. Le tante attività nazionali e internazionali e le nostre capacità organizzative - di cui tutti parlano - ci hanno permesso di metterci in luce. Il campionato del mondo di scacchi ha portato i migliori giocatori provenienti da 36 diversi paesi a Spoleto, e il prossimo campionato del mondo di motociclismo ha già fatto registrare l'accreditamento di 40 stati. Vorrei ricordare che in Umbria è tornata dopo anni una finale dei campionati sportivi studenteschi. Per non citare tutti i vari campionati europei e italiani che ci hanno visto e ci vedranno protagonisti. Significa che il movimento cresce in modo dovuto. I presidenti nazionali sanno quello che stiamo facendo. E questo risultato significa ancora maggiore attenzione da parte dei vertici nazionali. Avere un rappresentante che siede in Consiglio Nazionale a fianco di coloro che decidono, può essere decisivo per poter continuare su questa strada.

Programmi e obiettivi per il futuro?

L'obiettivo è rappresentare al meglio il terrotiorio per il quale sono stato eletto e quindi poter essere un punto di riferimento anche per altre regioni. Porteremo in consiglio le istanze del territorio, la promozione dello sport e l'organizzazione di grandi eventi. Perchè è sul territorio che si fa sport. E' un impegno gravoso, ma che abbiamo accettato con grande onore. Ci impegneremo affinchè la nostra regione possa essere sempre al meglio rappresentata.

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

ULTIME GARE DISPUTATE

Serie B
18a di campionato, 8/12/2017
Ternana - Parma 1 - 1
Eccellenza
14a di campionato, 10/12/2017
Vol. Spoleto - Narnese 1 - 2
Bastia - Orvietana 1 - 1
Promozione gir. B
14a di campionato, 10/12/2017
N. Gualdo Bastardo - Atletico Orte 5 - 1
Montefranco - Ducato 0 - 1
Giove - Oratorio SG Bosco 4 - 2
Clitunno - Olympia Thyrus 1 - 1
Cascia - Campitello 4 - 2
Assisi - San Venanzo 2 - 1