Pronta a vivere il sogno delle Pre-Qualy al Foro Italico.

Angelica Raggi, giovane tennista allieva del Maestro Fabio Moscatelli, sta ultimando la preparazione in vista di quello che al momento è l'appuntamento fin qui più prestigioso della sua carriera. Una carriera che è ancora tutta da scrivere, ma che ha già riservato alla 18enne ternana molte belle soddisfazioni.

Angelica parteciperà sia in singolare che in doppio al tabellone di qualificazione del Master Mille di Roma, torneo più prestigioso che si tiene nel nostro paese, secondo dei tre pilastri della stagione sulla terra rossa a cavallo tra il Torneo di Montecarlo e il Roland Garros di Parigi. Si è qualificata vincendo in coppia con Chiara Quattrone il tabellone di doppio delle Pre-Qualy al Cus Napoli. Nello stesso torneo era stata fermata ai quarti del singolare da Claudia Giovine. Ma l'appuntamento con la qualificazione in singolare è stata solo rimandata e la Rggi l'ha colta giungendo in finale alle Pre-Qualy al CT Montekatira Catania dove ha tenuto degnamente testa alla sua compagna di circolo Dalila Spiteri.

Angelica, come vivrai i giorni che ti separano da questo appuntamento? "Venerdì dobbiamo essere a Roma per l'appello, giocherò sabato in singolare ma ancora non so contro chi perchè i tabelloni li faranno direttamente venerdì. Quel giorno scoprirò anche quando giocherò in doppio"

Che sensazione provi? Un mix di emozione e attesa? "E' una grande emozione poter giocare al Foro Italico. Voglio andare in campo determinata perchè non vado lì per fare una scampagnata. Sono fiduciosa perchè sto giocando bene, ma è bene sempre tenere i piedi per terra. Darò il massimo. Mi godrò questo momento, comunque vada"

Hai un obiettivo minimo? "Mi piacerebbe rompere il ghiaccio nella prima partita, buttare giù il muro della tensione e sciogliermi"

Ti sarai preparata in modo particolare: "Ho fatto una preparazione intensa con Roberto Conti, soprattutto su servizio, continuità e cambi di ritmo. Ho svolto lavoro areobico in palestra con Gianluca Mercuri e sulla velocità con Luca Barbarese. Con Fabio Moscatelli ho fatto molto cesto, che non guasta mai"

Un saluto particolare prima di cominciare questa nuova avventura? "A tutto lo staff che mi sta seguendo, compreso il mental coach Savino Tupputi, a tutti i preparatori e naturalmente alla mia famiglia. Spero di regalare a tutti loro belle soddisfazioni e renderli orgogliosi di me".

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

ULTIME GARE DISPUTATE