Ha smaltito bene la contusione alla coscia ed è pronto a tornare a lavorare in gruppo in vista della trasferta sul campo dell'Entella Andrea Paolucci, che oggi in conferenza stampa ha parlato del suo avvio di stagione con la maglia rossoverde.

"Dopo cinque anni e mezzo importanti vissuti a Cittadella ho scelto una piazza nuova, con nuove motivazioni. Ho scelto Terni perché sentivo che era arrivata l'ora di fare un'esperienza diversa. Mi affascinava il progetto e l'obiettivo di riportare insieme ai miei compagni entusiasmo in questa piazza che vive molto di calcio".

Quale è la tua posizione ideale per caratteristiche nel centrocampo?

"Quella del regista è la più naturale, a Cittadella sono partito così poi mi sono adattato anche ai compagni che avevo. Sono sempre pronto ad adattarmi poi alle esigenze dell'allenatore in funzione della squadra. Ora sono contento di dare il massimo apporto alla Ternana in questo ruolo. Mister Pochesci riesce ad esaltare le mie qualità, mi trovo benissimo infatti con una squadra che palleggia. Giocare palla a terra e cercare il fraseggio rispecchia le mie caratteristiche".

Quale allenatore, tra quelli che hai avuto, è più vicino a Pochesci?

"Sarri è sicuramente simile dal punto di vista del gioco, dell'imprevedibilità, del fraseggio stretto e le ripartenze. Poi ogni allenatore è chiaro ha la sua personalità e le sua idea di calcio"

Sei partito benissimo è il tuo miglior avvio in carriera?

"Anche in qualche altro anno in passato sono partito benissimo. In altre stagioni invece sono stato condizionato da infortuni in preparazione. Quest'anno una buona partenza, una delle migliori, almeno a livello fisico".

Preferisci giocare in un centrocampo a due o a tre?

"Non ho preferenze, a due mi posso adattare, ho giocato in tutti i ruoli. Mi piace verticalizzare, dare la palla in profondità la palla ai miei compagni in attacco. Controllo la loro posizione prima che mi arrivi la palla, è una cosa che piace al mister".

E' stata una Ternana diversa con il Cesena rispetto a quella di Salerno...

"Noi teniamo sempre la stessa identità di gioco, poi ci sono delle partite difficili dove gli avversari riescono a limitare le tue qualità, come è successo nel secondo tempo all'Arechi. Se riusciamo a gestire bene la fase in cui l'avversario fa bene siamo ad un buon punto. Dobbiamo aggiungere a quelle che sono le nostre qualità e quindi di fare la partita, anche la capacità di gestire l'altra fase. A Chiavari dovremo adattarci agli spazi brevi e giocare corto, però allenandoci all'antistadio siamo abituati agli spazi ristretti".

Il gruppo si è amalgamato in poco tempo...

"E' difficile trovare l'amalgama in pochi mesi, ma come gruppo abbiamo valori importanti e siamo arrivati ad un buon livello. Non ci dobbiamo fermare. Perché dovremo arrivare a dover sapere affrontare anche momenti difficili, anche se la speranza è di non attraversarli".

Un tuo giudizio su Gianluca Litteri, tuo ex compagno ed ex rossoverde...

"E' un attaccante completo per qualità e sa essere anche uomo squadra. Sa aiutare ma anche attaccare la porta. Io ci ho giocato contro quando siamo venuti a Terni col Cittadella, a centrocampo con me c'era Baselli, credo che sia maturato anche dal punto di vista realizzativo e gli auguro di continuare così".

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

Serie B
Squadra Pt G
Bari 26 15
Parma 26 15
Frosinone 25 15
Venezia 25 15
Palermo 25 15
Empoli 24 15
Cremonese 22 15
Salernitana 22 15
Cittadella 21 15
Pescara 20 15
Carpi 20 15
Avellino 19 15
Perugia 18 15
Novara 18 15
Brescia 18 15
Foggia 18 15
Spezia 17 15
Pro Vercelli 16 15
V. Entella 16 15
Ternana 15 15
Cesena 14 15
Ascoli 13 15

ULTIME GARE DISPUTATE

Serie B
15a di campionato, 18/11/2017
Foggia - Ternana 1 - 1
Eccellenza
11a di campionato, 19/11/2017
Narnese - San Sisto 0 - 0
Castel del Piano - Orvietana 2 - 2
Promozione gir. B
11a di campionato, 19/11/2017
San Venanzo - Viole 2 - 1
Olympia Thyrus - Oratorio SG Bosco 0 - 0
Ducato - Giove 2 - 0
Campitello - Assisi 0 - 1
Atletico Orte - Montefranco 1 - 1