Il Tabellino

ORVIETANA –NARNESE 2 – 4

ORVIETANA: Sganappa, Viviani, Frellicca, Bernardini, Avola, Nuccioni, Locchi (77’ Carissimi), Cotigni (46’ Bonaccorsi), Mouaha, Moneti (53’ Saleppico), Polidori. All. Fatone

NARNESE: Cunzi, Colarieti, Tancini, Silveri (85’ Cavallaro), Ponti, Angeluzzi, Grifoni (62’ Proietti), Valentini (56’ Bellini), Quondam, Chiani (80’ Fenici), Ibra (71’ Sabatini). All. Sabatini

Arbitro: Jacobellis di Pisa (Spena–Margheriti)

Marcatori: 46’ Locchi (O), 48’ e 86’ Quondam (N), 88’ Bellini (N), 92’ Polidori (O), 93’ Fenici (N)

Il taglio del nastro, da parte del vice sindaco Cristina Croce e del presidente Roberto Biagioli, seguito, a fine partita, dalla presentazione di tutte le squadre, fa da cornice alla partita, che la Narnese fa sua in un finale scoppiettante. I demeriti dell’Orvietana sono stati ben riassunti dal Vescovo di Orvieto, Beniamino Tuzia, che pur definendo quella biancorossa una buona squadra, ne ha centrati anche i limiti: ingenua e non sufficientemente cattiva nei momenti che contano.Fase di studio parecchio pronunciata in un primo tempo che va via senza sussulti, con la Narnese sulle sue e la difesa puntuale nell’alzarsi, nel chiaro intento di approfittare delle eventuali smagliature se l’Orvietana avesse attaccato a testa bassa. Il che non avviene, poiché i biancorossi scelgono di affidarsi alla manovra elaborata. Ma è sullo spunto veloce di Locchi che, al 48’, si portano in vantaggio. L’ex Città di Castello si propone con un inserimento dinamico, il portiere ribatte la prima conclusione, ma nulla può sul successivo tap in del numero sette. Gloria effimera, causa il piazzamento un po’ approssimativo della difesa, su palla proveniente dall’esterno, di cui approfitta Quondam, bomber vero, ancorché datato. La sfida, a questo punto,complice il gran caldo, parrebbe incanalarsi verso la parità, ma l’Orvietana sceglie un atteggiamento un po’ più sfrontato, cui la Narnese risponde con l’innesto di forze fresche e particolarmente veloci. Mouaha si mangia la parità calciando addosso al portiere, tre minuti dopo fuoco alle micce per il pirotecnico finale. Quondam, anche nella circostanza su un cross proveniente dalla fascia, salta più alto di Sganappa e, di spalla, sigilla la sua doppietta. Il blackout va per le lunghe e due minuti dopo Bellini trova la botta a fil di montante che scavalca Sganappa. L’Orvietana prova a reagire, Polidori fa quello che sa fare meglio, infilando una palla a giro all’altezza del secondo palo. I biancorossi vanno all’arrembaggio, ma un rilancio dalle retrovie, mal controllato da Nuccioni, diventa oro per Fenici, che evita l’uscita di Sganappa e appoggia in rete.

Foto Orvietana Calcio

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

Eccellenza
Squadra Pt G
Bastia 61 30
Cannara 60 30
San Sisto 54 30
Subasio 53 30
Angelana 45 30
Narnese 41 30
Pontevalleceppi 40 30
Vol. Spoleto 39 30
Fontanelle Br. 37 30
Lama 37 30
Orvietana 36 30
M. Martana 36 30
Castel del Piano 35 30
Trasimeno 27 30
Petrignano 27 30
Ventinella 23 30

ULTIME GARE DISPUTATE