Otto partite per credere ancora nel miracolo salvezza. Ventiquattro punti a disposizione e sei da recuperare per agganciare la zona playout, al netto degli scontri diretti che vedono la Ternana al momento in svantaggio con Ascoli e Virtus Entella e in parità col Cesena. Missione quasi impossibile ma una vittoria a Novara, il seguente impegno infrasettimanale al Liberati contro il Foggia, poi il derby di ritorno al Curi con il Perugia, potrebbero clamorosamente riaprire i giochi.

Lo sa bene Luigi De Canio che da una parte cavalca l'entusiasmo per i 5 gol al Cittadella ma dall'altro non vuole dare false speranze: "E' innegabile che le ultime due settimane abbiano dato a tutti e a me per primo una serenità diversa nell'approcciare le prossime partite. Se siamo pronti per la prima vittoria in trasferta? Non voglio offendere la vostra intelligenza, ma posso garantirvi che siamo pronti ad affrontare questa situazione complicata. Gli avversari hanno una classifica migliore della nostra ma anche loro vogliono vincere per tirarsi fuori definitivamente".

Vitiello non convocato per un risentimento muscolare. Al suo posto ballottaggio a tre Ferretti, Valjent, Defendi anche se lo slovacco è considerato da De Canio un centrale e il capitano tornerà quasi sicuramente nei tre di centrocampo, insieme verosimilmente a Paolucci e Signori. Quindi sarà Ferretti a giostrare sulla fascia destra con Signorini più il ritrovato Gasparetto delle ultime settimane centrali e Favalli a sinistra. Tremolada torna dietro le punte che saranno Montalto e Carretta: "Questa squadra ha bisogno di sviluppare gioco in ampiezza - spiega De Canio - e quello lo danno i difensori laterali che devono avere capacità di spinta altrimenti diventa tutto prevedibile. Non esiste un terzino che spinge e uno che copre. Tutte e due le fasi devono essere espresse nel migliore dei modi. Se questo non accade vuol dire che c'è qualcosa che viene a mancare".

Stuzzicato sulla posizione del trequartista milanese, De Canio risponde così: "Non lo dico con polemica ma si insiste sempre con le posizioni, mentre quello che conta è l'approccio. Prima di Ascoli venivamo da due partite ben giocate e ci siamo presentati lì con la stessa formazione. Poi abbiamo modificato qualcosa. Se potessi tornare indietro ad Ascoli non farei giocare Tremolada mezzapunta. Quello che ha fatto bene con il Cittadella sono stati gli inserimenti senza palla. Ha interpretato il ruolo di mezzapunta svariando, facendosi trovare smarcato, accompagnando l'azione quasi come una mezzala, sostituendosi a volte anche all'attaccante centrale, come proviamo in allenamento".

A proposito dei cinque gol al Cittadella: "La squadra è piaciuta soprattutto in 11 contro 11 dopo il gol subito perchè quello poteva ammazzarci e invece abbiamo reagito, trovato il pareggio, sbagliato qualche gol e poi siamo andati in vantaggio".

Tra una settimana saranno due mesi esatti che De Canio è a Terni. Qual è il cambiamento maggiore che ha potuto vedere da quando è arrivato? "Maggiore fluidità nella manovra, nella corsa, nella capacità di approccio alle esercitazioni e alla partita. Più attenzione, concentrazione, maggiore consapevolezza della situazione del momento e quello che si deve fare. Da quando questa squadra ha cominciato ad allenarsi c'è stato un cambiamento radicale. Non a caso abbiamo vinto due partite, fatto buone prestazioni con chiunque tranne una e non per una questione di modulo piuttosto che un altro".

Tra i rigenerati c'è Gasparetto: "Allenandosi si sente più sicuro, la squadra tutta difende meglio. Lui ha avuto i suoi momenti di difficoltà, ha ritrovato fiducia e sta rendendo, anche aiutato dagli attaccanti che si sacrificano tantissimo".

Infine, sui prossimi avversari: "Il Novara ha attaccanti importanti ed è una squadra equilibrata: tanti gol hanno subito in casa quanti in trasferta. Poi, per la legge dei grandi numeri, prima o poi pure noi qualcosa dobbiamo fare".

I convocati di Luigi De Canio per Novara-Ternana (sabato ore 15)

Indisponibili: Vitiello e Albadoro (infortunati).

Portieri: Bleve, Plizzari, Sala

Difensori: Favalli, Ferretti, Gasparetto, Rigione, Signorini, Valjent, Zanon

Centrocampisti: Angiulli, Bordin, Defendi, Paolucci, Signori, Statella, Varone

Attaccanti: Carretta, Finotto, Montalto, Piovaccari, Repossi, Tremolada

Anche con il Foggia (martedì 17 aprile ore 20.30 al Liberati) biglietti a 1 euro

Inizierà alle 15.30 di venerdì 13 aprile, presso tutte le biglietterie autorizzate, la prevendita per assistere a Ternana Unicusano-Foggia in programma martedì 17 aprile alle ore 20.30 allo stadio Libero Liberati.

Come in occasione della gara con il Cittadella anche per il match contro i pugliesi il costo unico del biglietto di ingresso sarà di 1 euro per ogni settore in vendita, per continuare a sostenere la squadra con l’entusiasmo ed il calore di sempre.

Ricordiamo che i residenti in Puglia potranno acquistare tagliandi solo per il settore ospiti (al costo di 13,50 euro inclusa prevendita), fino alla chiusura della prevendita prevista per le ore 19.00 di lunedì 16 aprile.

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

Serie B
Squadra Pt G
Empoli 85 42
Parma 72 42
Frosinone 72 42
Palermo 71 42
Venezia 67 42
Bari 67 42
Cittadella 66 42
Perugia 60 42
Foggia 58 42
Spezia 53 42
Carpi 52 42
Salernitana 51 42
Cesena 50 42
Cremonese 48 42
Avellino 48 42
Brescia 48 42
Pescara 48 42
Ascoli 46 42
Novara 44 42
V. Entella 44 42
Pro Vercelli 40 42
Ternana 37 42

ULTIME GARE DISPUTATE