Con l’iscrizione last minute Michele Fattorini potrà essere al via della 22^ Lago – Montefiascone, in programma domenica, con partenza della prima vettura alle ore 09.30. Un bel colpo, sia per il pilota, che avrà così modo di verificare il suo stato di forma in vista della prima salita valida per il CIVM, sia per gli organizzatori, perché Fattorini è riconosciuto come uno dei migliori giovani piloti, specialisti delle cronoscalate. Parla, in tal senso, il curriculum del ventiseienne di Porano che vanta, a oggi, una decina di assoluti qua e là per lo stivale, due dei quali, e questo lo sottolinea, ottenuti in presenza dei più forti piloti in circolazione. Fino ad ora ha preso parte a una trentina di gare, iniziando con una formula Renault, proseguendo con la Radical e terminando, su una formula 3000, lo scorcio di carriera con vetture a ruote scoperte. Poi l’Osella, la PA 2000 EVO, per arrivare alla FA 30, con la quale prenderà parte anche al Campionato Italiano Velocità Montagna 2018. Quello di Montefiascone è il primo assaggio stagionale su una salita e per provare una delle due Oselline 1000, a motore motociclistico, in dotazione alla Fattorini Motorsport. Ci sarà pure l’altra, con guida l’esperto Fortunati, mentre Federico Bottura gareggerà sulla Ligier 2000, sempre per lo stesso team. Completerà il poker, il ventenne orvietano Filippo Ferretti, oramai in ottima confidenza con la Radical, atteso per una conferma delle qualità emerse nelle sue prime due stagioni. Un’occhiata all’elenco di partecipanti con vetture moderne, ricordiamo che la salita ha validità per il Campionato Italiano Auto Storiche, è sufficiente a ipotizzare una lotta in famiglia, per l’assoluto, fra i quattro galletti gestiti dal patron, Fabrizio Fattorini.
Come ultima nota, le scuse a Mattia Chioccia, chiamato, erroneamente, Cristian, nella presentazione della salita del Lago.

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

ULTIME GARE DISPUTATE

Serie B
42a di campionato, 18/5/2018
Ternana - Avellino 1 - 2