Si sono svolti sabato mattina, presso gli impianti sportivi del S. Paolo di Narni Scalo, i “Giochi sull’erba 2018”, manifestazione nata da un’idea della Polisportiva Narnia 2014 in collaborazione con l’Istituto Comprensivo di Narni Scalo diretto dalla Dott.ssa Sandra Catozzi.
183 alunni della terza e quarta elementare della scuola primaria Sandro Pertini e della seconda media della scuola secondaria Luigi Valli si sono confrontati in cinque sport della polisportiva, calcio, volley, basket, ciclismo e bocce, in attività dimostrative di 25 minuti ciascuna dove tutti hanno potuto cimentarsi in ognuna delle discipline della Polisportiva.
Il grande campo in erba è stato suddiviso in quattro campi, due per il calcio e due per il volley; sui campi sintetici del calcio a 5 sono stati allestiti due campi di basket, su quello sintetico per il calcio a sette due circuiti per il ciclismo, inoltre sono state utilizzate tutte e tre le piste del bocciodromo.
Nel suo saluto, la Preside dopo aver “incassato” il festoso e convinto si da tutti i ragazzi alla sua domanda se l’esperienza era stata positiva e a loro piaciuta, ha ringraziato la Polisportiva per la divertente iniziativa che si è augurata sia ripetuta anche il prossimo anno, aggiungendo che è stata una piacevolissima conclusione dell’anno scolastico (era infatti l’ultimo giorno di scuola).
Anche il Presidente Pernazza nel suo saluto ai ragazzi ha ringraziato la Preside ed il corpo docente per aver accolto in maniera entusiastica l’invito e ha dato a tutti l’appuntamento all’edizione del prossimo anno non prima di invitare di nuovo tutti i ragazzi ad un “open day dello sport” da tenersi a metà settembre e sempre al S. Paolo, all’inizio del nuovo anno scolastico.
I saluti erano stati aperti dall’assessore allo sport del Comune di Narni, Lorenzo Lucarelli, che da ex atleta ha incoraggiato tutti i ragazzi a fare sport, di scegliere quello che più è vicino alla loro predisposizione, ricordando come lo sport sia determinante nella crescita sia fisica che morale dei giovani e ne migliori la personalità. Dopo la famiglia e la scuola, ha aggiunto, il terzo ente di accompagnamento nella crescita dell’uomo è lo sport. I bambini che praticano regolarmente attività fisica o sport acquisiscono maggior fiducia e maggior autostima.
Alla manifestazione non è voluto mancare nemmeno il Sindaco Francesco De Rebotti, che ha dapprima giocato a bocce con alcuni ragazzi poi li ha sfidati sul suo terreno più congeniale (almeno fino a qualche anno fa) ovvero in una partita a pallone.
Tutto è finito con una bella colazione al centro del campo.

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

ULTIME GARE DISPUTATE