Con la promozione del Cosenza in Serie B grazie al 3-1 sul Siena nella finale playoff di Serie C giocata a Pescara e con quella del Frosinone a scapito del Palermo in Serie A, non senza polemiche per la conduzione arbitrale di La Penna di Roma 1, la stagione 2017-2018 va ufficialmente in vacanza. Adesso si apre la stagione delle iscrizioni, ricorsi e appelli davanti alle autorità sportive per quelle società che rischiano l'esclusione. Abbiamo già parlato di Bari e Cesena e di conseguenza delle possibilità di ripescaggio della Ternana, mentre in Serie C a rischiare sono la Juve Stabia (il patron del club campano Franco Manniello ha annunciato la sua uscita di scena), la Reggiana (club in vendita ma serve 1 milione per l'iscrizione), la Pro Piacenza (il patron Alberto Burzoni ha confermato il suo disimpegno ma la società non ha debiti), il Mestre (trattative per la cessione bloccate, il club rischia), il Trapani (il presidente Vittorio Morace dopo dodici anni ha deciso di lasciare), il Bisceglie (pronto a non presentare la domanda di ammissione qualora non dovesse avere l'agibilità dello stadio) su cui insistono voci di un presunto 'fil-rouge' con la situazione del Bari di Giancaspro. Mentre invece il Bassano è già confluito nel Vicenza. Ricordiamo che sono retrocesse dalla Serie B Virtus Entella, Novara, Pro Vercelli e Ternana. Mentre sono state promosse dalla Serie D: Gozzano, Pro Patria, Virtus Verona, Rimini, Albissola, Vis Pesaro, Rieti, Potenza e Vibonese. L'organico delle 60 squadre divise nei tre gironi sarà completato attraverso l'integrazione delle seconde squadre dai club di Serie A. Le società di A interessate dovranno presentare la domanda d'iscrizione (massimo una squadra a club) entro il 27 luglio 2018. Tali squadre faranno classifica, possono essere promosse in Serie B ma non potranno mai partecipare allo stesso campionato della prima squadra né, ovviamente, a un campionato superiore. Attualmente, considerando che il Bassano è confluito con il Vicenza, tenendo conto di promosse e retrocesse, senza ovviamente sapere chi non ce la farà ad iscriversi, ci sono al momento 59 società ai nastri di partenza del campionato di Serie C. Ciò significa che manca una casella per completare l'organico. Al netto di altre decisioni degli organismi di controllo e revisione dei conti, questa potrebbe essere la ripartizione nei tre gironi tenendo conto del criterio puramente geografico e considerando le due squadre sarde nel girone meridionale.

GIRONE A
Piemonte (5): Alessandria, Cuneo, Novara, Pro Vercelli, Gozzano
Lombardia (6): Giana Erminio, Monza, Albinoleffe, Feralpisalò, Renate, Pro Patria
Trentino (1): Sudtirol
Veneto (3): Mestre, Vicenza, Virtus Verona
Friuli (2): Pordenone, Triestina
Liguria (2): Virtus Entella, Albissola

GIRONE B
Emilia Romagna (5): Piacenza, Pro Piacenza, Reggiana, Ravenna, Rimini
Toscana (7): Arezzo, Carrarese, Lucchese, Pisa, Pistoiese, Pontedera, Robur Siena
Marche (4): Fano, Fermana, Sambenedettese, Vis Pesaro
Umbria (2): Gubbio, Ternana
Lazio (2): Viterbese, Rieti

GIRONE C
Sardegna (2): Arzachena, Olbia
Campania (3): Casertana, Juve Stabia, Paganese
Abruzzo (2): Teramo, Virtus Francavilla
Basilicata (2): Matera, Potenza
Puglia (3): Bisceglie, Fidelis Andria, Monopoli
Sicilia (4): Catania, Sicula Leonzio, Siracusa, Trapani
Calabria (4): Catanzaro, Rende, Reggina, Vibonese

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

Serie B
Squadra Pt G
Empoli 85 42
Parma 72 42
Frosinone 72 42
Palermo 71 42
Venezia 67 42
Bari 67 42
Cittadella 66 42
Perugia 60 42
Foggia 58 42
Spezia 53 42
Carpi 52 42
Salernitana 51 42
Cesena 50 42
Cremonese 48 42
Avellino 48 42
Brescia 48 42
Pescara 48 42
Ascoli 46 42
Novara 44 42
V. Entella 44 42
Pro Vercelli 40 42
Ternana 37 42

ULTIME GARE DISPUTATE