Il campionato dell’Orvietana, che parte domenica, vede, anche per il 2018, un uomo solo al comando. Roberto Biagioli guida la numerosa teoria composta di tecnici, giocatori, collaboratori vari. Il capitano ha, in squadra, qualche gregario, come sempre prezioso, ma, chi indossa la maglia rosa e intende conservarla fino all’ultimo traguardo è lui. Logico, quando siamo sulla linea di partenza, conoscere le sue sensazioni, le sue speranze. “Siamo partiti bene, ma non è la prima volta che ciò accade. Noto, però, qualcosa di diverso. Intravedo un entusiasmo e una carica diversa ed è ciò che volevamo quando abbiamo scelto il nuovo allenatore. La squadra è in crescita, mi è piaciuto il coraggio con il quale Zampagna ha puntato sui giovani e l’energia con la quale ha affrontato il primo mese di lavoro. Con questo non voglio dire che, color che l’hanno preceduto, non abbiano fatto altrettanto, ma, ripeto, mi pare di aver visto qualcosa in più. Spero che tutto questo duri nel tempo, perché il nostro progetto, con meno seconde linee e più ragazzi è coraggioso. Ad un certo punto, nell’ultima partita, con la qualificazione in bilico, c’erano in campo sette under e, per me, significa che l’allenatore è il primo a credere ai nostri desideri e di ciò sono molto contento. Siamo solo all’inizio, ma ho la sensazione che il gruppo, per come si sta formando, potrebbe arrivare lontano. Tanto di cappello al lavoro di Zampagna”.
Presidente, si comincia con il San Sisto, formazione che, nel recente passato, c’ha impartito due severe lezioni: “sì. Il test è molto impegnativo. Il San Sisto è una delle squadre che ha cambiato di meno. Sono partiti alla grande, anche quest’anno, guadagnando la qualificazione di Coppa con un turno d’anticipo. E pensare che, l’anno scorso, di questi tempi, risultava tra le meno accreditate. Poi, il campo ha detto il contrario. Ha infastidito le grandi, quello che mi piacerebbe facessero i nostri. Certo, quest’anno il campionato si presenta più difficile. Le nobili decadute sono le favorite, quindi, dovremo essere pronti per tanti impegni difficili e mi auguro di non dover penare per una salvezza conquistata all’ultima giornata. Sarà un bel campionato, ne sono certo”.
Tornando al lavoro di Zampagna, quanto ritieni importante la personalità, forte, che sta dimostrando:
“La gestione delle persone vale nella vita, come nel lavoro. Quando sì è a capo di una gestione, non è tanto bravo che esegue, ma quello cui spetta il compito di impartire le disposizioni. La bravura dell’esecutore è conseguenziale all’assetto che il capo riesce a dare, al modo in cui riesce a trarre il meglio da ciascuno. Devo dire che, i nostri giovani, specie all’inizio, hanno un po’ sofferto, perché poco abituati. Il mister, però, è riuscito a dare un verso positivo al lavoro. I ragazzi si sentono coinvolti e anche quelli che hanno avuto la tentazione di mollare, sono presto rientrati nei ranghi con rinnovato entusiasmo”.
Insomma, sono tutti in una sana competizione sportiva:
“Abbiamo anche fatto un incontro in tal senso. In quanto, le esigenze della prima squadra rischiavano di ridurre al minimo la competitività della Juniores, campionato al quale tengo molto. Quindi, i ragazzi sono consapevoli di come, le chiamate con la formazione maggiore, terranno conto delle esigenze della junior. E questo devono capirlo bene i genitori. Nessuno è tesserato con la prima squadra, tutti sono legati federalmente all’Orvietana, che ha facoltà di utilizzarli secondo le esigenze contingenti. Anche per tale motivo siamo stati costretti a contingentare le uscite, scontentando formazioni delle categorie minori dei dintorni. Castelletti, ultimo arrivato, è stato preso in quest’ottica. E’ un fuori quota, ha un ottimo curriculum per le esperienze importanti, già avute, in società professionistiche, non è venuto per togliere il posto a qualcuno, ma per darci una mano. ”.
Presidente, a chi fa gli auguri:
“Mah, innanzitutto ce li facciamo per noi, estendendoli ai tecnici e ai giocatori, al nostro Direttore sportivo che tanto si è adoperato, agli altri collaboratori, ad arbitri e a quelle Società con le quali intratteniamo rapporti e a quelle avversarie in campionato ”.
Qualcosa anche agli sportivi: “ Le solite cose. Purtroppo, non abbiamo il pullmino che possa passare e prenderli sotto casa. Noi siamo qui. Ringraziamo quelli che ci seguono con tanta passione, sperando siano sempre in numero maggiore. Abbiamo un giocattolo che può farli divertire. Vengano, vedano e giudichino. Per me, il pubblico è l’anima dello sport. Più siamo e meglio staremo. Orvieto e l’Orvietana meritano qualcosa di meglio”.
Nella partita con il Massa Martana, giocata in notturna, in cima ai tralicci c’erano diverse, mi pare otto, lampade spente. A che punto sono le trattative per l’affidamento dell’impianto e la realizzazione dell’ appoggio, inteso quale ingresso di nuovi soggetti, per cui si era impegnato il Sindaco, Germani?
“Sostanzialmente, niente di nuovo. Per il bando e il successivo affidamento mancano i presupposti ritenuti, da noi, soggetto sportivo, indispensabili. Tanto per fare un esempio, quando si va in locazione, il proprietario propone un prezzo si adopera affinché l’immobile o quant’altro sia dotato di quanto serve e che tutto sia a norma. Altrimenti si rischia un contenzioso. Ecco, noi vorremmo che l’Amministrazione, detentrice dell’impianto sportivo, si facesse carico di tutto ciò che le compete, per poi andare a discutere. Ritengo inoltre difficile, possa accadere nei pochi mesi da qui al termine del mandato dell’attuale Amministrazione ma è solo un’opinione personale e avrei enorme piacere essere smentito. Quanto all’impegno del nostro Sindaco, siamo ancora al punto di partenza. Vale a dire, e siamo al 6 di Settembre, non è successo nulla”.

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

Eccellenza
Squadra Pt G
Lama 16 6
Foligno 14 6
Spoleto 13 6
Ellera 11 6
Sansepolcro 9 6
Castel del Piano 9 6
Pontevecchio 8 5
Angelana 7 6
San Sisto 6 5
M. Martana 6 6
Narnese 6 6
Ducato 6 6
Pievese 5 6
Pontevalleceppi 5 6
Orvietana 4 6
Assisi Subasio 3 6

ULTIME GARE DISPUTATE

Serie C gir.B
6a di campionato, 14/10/2018
Virtus Verona - Ternana 0 - 2
Eccellenza
6a di campionato, 14/10/2018
Pontevalleceppi - Orvietana 3 - 0
Sansepolcro - Narnese 1 - 1
Promozione gir. B
6a di campionato, 14/10/2018
Terni Est Soccer School - Campitello 0 - 1
San Venanzo - AMC 98 2 - 0
Olympia Thyrus - Nestor 1 - 1
Giove - Gualdo Casac. 2 - 3
Amerina - Montefranco 2 - 0