Don Chisciotte ha lasciato il posto al tenente colonnello Kilgore interpretato da Robert Duvall nella leggendaria pellicola di Francis Ford Coppola. Il surf tra le bombe lo sta facendo il calcio italiano e soprattutto la giustizia sportiva italiana che mai come quest'anno ha dato un'immagine complessiva del movimento calcistico di enorme confusione per non dire di peggio. Ma lo sta facendo anche il patron Stefano Bandecchi e con lui tutti i tifosi della Ternana, ancora a digiuno di calcio dopo tre mesi di ricorsi nei tribunali, sentenze impugnate e regolamenti cambiati in corsa. L'odore del napalm al mattino che "sa di vittoria" è la citazione scelta dal patron per condire l'ultima dichiarazione dopo che il Tar del Lazio ha dato ragione alla Ternana nel ricorso contro l'inammissibilità sancita dal Collegio di Garanzia del Coni.

Niente più idealistiche e utopiche battaglie contro i mulini a vento, ma la consapevolezza di avere in un certo senso raso al suolo la giungla rappresentata da un calcio italiano sempre più in confusione a causa del vuoto di potere e la mancanza di una guida ferma. Qualcuno sussurra che possa essere proprio il presidente della Lega Pro, Gabriele Gravina, che anche nella decisione di rimandare prima i calendari e poi le partite delle squadre interessate al ripescaggio, ha dimostrato un atteggiamento ben diverso da quello del suo omologo della Lega B, Mauro Balata. Nel frattempo si sono letteralmente perse le tracce del commissario straordinario Roberto Fabbricini, "graziato" (per adesso) dalla decisione di inammissibilità dei ricorsi che oltre a confermare il format della B ha indirettamente anche salvaguardato la sua posizione.

A chi sostiene che il patron abbia ecceduto nella comunicazione in questi tre mesi e soprattutto dopo le ultime settimane, siamo sicuri che Bandecchi con prontezza di riflessi risponderebbe proprio come il tenente colonnello Kilgore: "Che ne capisce di surf lei signore, lei viene dai prati del New Jersey". In effetti nessuno mai prima si era imbattutto in una battaglia tanto aspra e tanto surreale per vedersi riconosciuto non tanto un diritto quanto un'opportunità sbandierata ai quattro venti prima dal CU del 30 maggio (che confermava format a 22 e anticipava i famosi criteri), poi dal bando per fare domanda di ripescaggio uscito il 18 luglio, infine dalla replica alla Lega B del 3 agosto che il format non sarebbe cambiato. "Se dico che è sicuro fare surf in questo posto, vuol dire che è sicuro" aggiungerebbe Bandecchi, anche se qualcuno comincia ad avanzare il sospetto che alla fine la Ternana otterrà un risarcimento ma per il resto rimarrà con un pugno di mosche in mano. "Tutta la collina odorava di vittoria, prima o poi questa guerra finirà" direbbe Bandecchi per tranquillizzare il suo popolo. Che per ora si muove compatto insieme a lui.

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

Serie C gir.B
Squadra Pt G
Pordenone 54 27
Triestina 47 27
Feralpisalò 46 27
Sudtirol 42 27
Imolese 42 26
Monza 40 27
Ravenna 39 27
Fermana 37 27
L. R. Vicenza 36 27
Sambenedettese 33 25
Vis Pesaro 33 27
Ternana 32 25
Gubbio 32 27
Renate 31 27
Teramo 28 27
A. J. Fano 27 26
Rimini 27 25
Albinoleffe 25 27
Giana Erminio 25 26
Virtus Verona 21 26

ULTIME GARE DISPUTATE

Serie C gir.B
27a di campionato, 16/2/2019
Ternana - Triestina 0 - 2
Eccellenza
21a di campionato, 10/2/2019
Orvietana - Pontevalleceppi 1 - 1
Narnese - Sansepolcro 2 - 4
Promozione gir. B
21a di campionato, 10/2/2019
Montefranco - Amerina 1 - 2
Nestor - Olympia Thyrus 1 - 0
Campitello - Terni Est Soccer School 4 - 0
Gualdo Casac. - Giove 4 - 0
AMC 98 - San Venanzo 1 - 0