Dopo due punti nelle ultime tre partite e un solo gol segnato, negli ultimi allenamenti che portano dritti alla sfida di domani (ore 14.30 al Liberati) contro il Vicenza mister Luigi De Canio è parso piuttosto arrabbiato con la squadra: "Non ero particolarmente arrabbiato. E' il mio modo di allenare e pretendere il massimo dell'attenzione, non abbiamo molto modo di allenarci e appena abbiamo qualche minuto dobbiamo approfittare, non dobbiamo accontentarci. L'intensità vista in allenamento in questi giorni è il segno distintivo di una squadra determinata, che vuole subito recuperare i punti persi nelle ultime giornate. Non si possono avere dubbi sull'impegno e sull'attaccamento alla maglia. Possiamo sbagliare per limiti, non per mancanza di volontà".

Pochi gol e pochi tiri in porta nelle ultime tre partite. Come ha lavorato la squadra per risolvere questo problema? "Le squadre avversarie si chiudono e gioco in maniera opportunistica, ma anche noi abbiamo fatto dei movimenti sbagliati. Cerchiamo la palla addosso anzichè la profondità, anche nei movimenti senza palla. Questo comporta che si è più facilmente marcabili. Da qui lo stimolo continuo a cercare soluzioni diverse".

Passaggio al 4-3-3 e abbandono del modulo con il trequartista? "Non abbiamo un trequartista vero e proprio, abbiamo utilizzato un giocatore che in fase di possesso palla si smarcava sulle fasce. Ieri abbiamo provato anche altre soluzioni per contrastare il play avversario e liberare l'esterno che aveva questo compito. Abbiamo cercato una semplificazione".

Ci vuole un pizzico di iniziativa in più da parte dei giocatori? "Riconduco le problematiche al concetto di squadra completamente nuova. In partita c'è il pubblico, c'è l'arbitro, c'è lo stress emotivo e quando i giocatori vengono da esperienze diverse, per mettere tutto insieme ci vuole tempo. Per capire come servire il compagno, se andare in porta con iniziativa personale, e tutto questo ci fa commettere errori che una squadra con la nostra qualità non dovrebbe commettere".

Vicenza 19 gol fatti, Giacomelli capocannoniere, ma anche tanti gol subiti in difesa: "Contro di noi si difendono tutti e ripartono in contropiede. Lo fanno in casa loro, figuriamoci qui. Mi aspetto questo anche dal Vicenza, squadra costruita per vincere il campionato con giocatori con buona esperienza anche in B e in A. Mi aspetto questo tipo di gara anche perchè è la Ternana che induce questo tipo di atteggiamento negli avversari. Tutto dipende da noi. Cerchiamo di affrontare le partite in casa e fuori con la stessa mentalità, cioè facendo la partita. La squadra ha una sua personalità, anche quando non gioca bene. Per vincere i campionati bisogna avere la capacità di saper leggere i momenti anche quando non siamo bellissimi. Dobbiamo tendere sempre a migliorarci".

La squadra inizia a sentire la pressione?
"Ho trovato uno spogliatoio molto arrabbiato, consapevole delle difficoltà ma deciso a guardare avanti perchè la strada è questa. Mi sono arrabbiato a Pordenone per la gestione dei calci piazzati (la punizione di Frediani dal limite allo scadere che forse avrebbe dovuto calciare un altro giocatore, ndr) perchè l'imprevedibilità è una cosa fondamentale nel calcio. Ma se la giocata non è immediata, meglio affidarsi a un movimento consolidato. Mi ripeto, ma ovviamente per una squadra completamente nuova non è facile e ci vuole tempo per lavorare insieme".

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

Serie C gir.B
Squadra Pt G
Pordenone 69 36
Triestina 64 36
Imolese 58 36
Feralpisalò 58 36
Sudtirol 55 36
Monza 54 36
Ravenna 54 36
Fermana 47 36
L. R. Vicenza 45 36
Sambenedettese 44 36
Teramo 42 36
Giana Erminio 41 36
Gubbio 41 36
Ternana 40 36
Vis Pesaro 40 36
Albinoleffe 40 36
Renate 38 36
Virtus Verona 38 36
Rimini 37 36
A. J. Fano 35 36

ULTIME GARE DISPUTATE

Serie C gir.B
36a di campionato, 20/4/2019
Giana Erminio - Ternana 0 - 0
Promozione gir. B
29a di campionato, 14/4/2019
Viole - Giove 0 - 0
Terni Est Soccer School - Amerina 2 - 1
San Venanzo - Montefranco 2 - 0
Olympia Thyrus - Gualdo Casac. 2 - 3
AMC 98 - Campitello 1 - 2