Con 7 gol subiti la Ternana è una delle difese meno battute in tutti i campionati d'Europa dietro soltanto a Liverpool (5), Juve Stabia, Manchester City e Linense (6). Merito anche di Lito Fazio, "cavallo di ritorno" con 138 presenze in maglia rossoverde tra le quattro stagioni dal 2011 al 2015 e questo scampolo di inizio stagione: "Abbiamo lavorato tanto in fase difensiva durante il ritiro. Quando si prendono pochi gol i punti si portano a casa, l'obiettivo per noi difensori è finire la partita con zero gol subiti". A proposito di numeri e record, quelli suoi personali, sorride e ammette "nemmeno lo sapevo" e ci tiene a ribadire: "Non sono tornato qua per il record di presenze ma perchè sono i colori che ho sempre desiderato indossare di nuovo sin dal giorno in cui me n'ero andato andato".

Di fatto oggi Fazio è la bandiera rossoverde anche se "le bandiere non esistono più, a Trapani ho giocato con Luca Pagliarulo che è stato 8-9 stagioni in Sicilia ma giocatori così non ce ne sono più". Con il Rimini ha ritrovato anche la fascia da capitano dopo l'ultima volta che era stata in Ternana-Varese del 2015. "E' stato bello ma al di là di quello sono stato contento di aver sposato il progetto. C'è Marino (Defendi, ndr) che stimo come persona e giocatore, lui è il capitano. Io metto a disposizione quello che posso dare. La fascia è sempre una gratificazione".

Tesser, Toscano, Cosmi, Calori e adesso De Canio: "Tutti allenatori diversi: Toscano era molto tosto, Tesser era più alla mano e pacato anche se quando si arrabbiava non rideva nessuno, Calori bravissima persona e allenatore che sapeva il fatto suo, De Canio l'ho conosciuto da luglio è una persona che stimo molto e c'è fiducia reciproca. Da lui abbiamo solo da imparare".

Che vi ha detto Bandecchi prima e dopo la partita? "Ci ha incitato, è una persona buona. Sappiamo che il campionato è lungo e ci sono pressioni. Siamo stati chiamati per riportare la Ternana in Serie B, tutte le squadre hanno un momento di sbandamento. Basta guardarsi in faccia tutti, capire cosa è successo anche se parliamo solo di due partite storte, e riprendere a pedalare".

Quale rimpianto in particolare? "La partita col Pordenone non dovevamo perderla, abbiamo preso gol nell'unico tiro peraltro deviato ma tutto sommato credo che il nostro campionato è stato fin qui in linea con quello che dovevamo fare. Magari potevamo vincere a Imola e pareggiare a Fano. Ma ci sono ancora 25-26 partite, adesso dobbiamo cercare di finire dicembre nel miglior modo possibile. A gennaio riprenderemo a giocare come gli altri e ad allenarci normalmente".

Sabato la Fermana, Fazio lancia un appello ai tifosi dopo la bella dimostrazione di affetto e vicinanza avuta dalla Curva Nord durante il ritiro che ha preceduto la gara con il Rimini: "Conosco il tifoso ternano, il primo anno con Toscano nelle prime partite c'erano sì e no mille persone, dopo la partita vinta a Taranto ce n'erano diecimila. Sta a noi ovviamente farli tornare allo stadio, ma spero che vengano perchè nei momenti di difficoltà ci aiutano molto. Venerdì sera sono venuti in ritiro ad incitarci e per noi è stato fondamentalo. Quando la curva ti aiuta cantando, anche se non ce la fai si riesce sempre a fare quello scatto in più".

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

Serie C gir.B
Squadra Pt G
Pordenone 69 36
Triestina 64 36
Imolese 58 36
Feralpisalò 58 36
Sudtirol 55 36
Monza 54 36
Ravenna 54 36
Fermana 47 36
L. R. Vicenza 45 36
Sambenedettese 44 36
Teramo 42 36
Giana Erminio 41 36
Gubbio 41 36
Ternana 40 36
Vis Pesaro 40 36
Albinoleffe 40 36
Renate 38 36
Virtus Verona 38 36
Rimini 37 36
A. J. Fano 35 36

ULTIME GARE DISPUTATE

Serie C gir.B
36a di campionato, 20/4/2019
Giana Erminio - Ternana 0 - 0
Promozione gir. B
29a di campionato, 14/4/2019
Viole - Giove 0 - 0
Terni Est Soccer School - Amerina 2 - 1
San Venanzo - Montefranco 2 - 0
Olympia Thyrus - Gualdo Casac. 2 - 3
AMC 98 - Campitello 1 - 2