Il Tabellino

SAN SISTO – ORVIETANA 0 – 0

SAN SISTO: DE MARCO, NARDI (81’ BOTTEGA), SIENA, PICCIOLI, STELLA, FIORUCCI, CECCOMORI, CERBINI, RUSSO, ARDONE (83’ MARCACCIOLI), BRESCIA (83’ POLVERINI). ALL. RIBERTI

ORVIETANA: SGANAPPA, FRELLICCA, MOSCONI ,ANNIBALDI, DIDA (87’ BRICCHETTI), LISPI, LOCCHI (68’ COTIGNI), BERNARDINI, LIURNI (54’ POLIDORI), MISSAGLIA, PERQUOTI (74’ GULINO). ALL. FIORUCCI

ARBITRO: LEORSINI DI TERNI (SANTARELLI – BIAGIOTTI)

Sipario calato sul campionato d’Eccellenza, almeno per il 2018. Anno che ha visto l’Orvietana conquistare la salvezza al suo ritorno nella massima categoria regionale e la trova adesso ottava, dopo un inizio particolarmente difficoltoso. Quella attuale, costruita dall’ex d.s., Matteo Porcari e dal tecnico della prima ora Riccardo Zampagna, successivamente sistemata da Silvano Fiorucci, non è una squadra super, ma, se gestita con cura premurosa e altrettante competenze ha dimostrato di poter dire la sua in un campionato, quello 2018/19, nel quale le squadre materasso, ove esistano, si contano sulla punta delle dita. L’equilibrio continua a regnare sovrano, contribuendo ad innalzarne il livello. Vedremo cosa succederà nella seconda parte, la più difficile e decisiva, alla riapertura delle ostilità, domenica 13 Settembre, quando lo Spoleto, attuale seconda e in odore di primato, sarà di scena al Muzi. Da San Sisto si torna con un punto meritato e abbastanza riduttivo per quanto espresso dalle due formazioni. L’Orvietana, inizialmente co0n Polidori in panchina sostituito da Liurni, non ha brillato nella prima parte, giocata, più che altro, nel cercare di stabilire il diritto di comandare a centrocampo. Un duello che ha avuto fasi alterne, con i due portieri spettatori non paganti, salvo la parata, con una mano, di Sganappa e quella del portiere avversario su conclusione debole di Locchi. Diverso il secondo tempo, coi biancorossi costantemente padroni della situazione e, in tre occasioni, ad un passo dal vantaggio. La prima con Liurni, scattato sul filo del fuori gioco, solo davanti a De Marco, che è stato pronto a chiudere lo specchio e a ribattere la conclusione del giocatore biancorosso. La seconda ad opera di Polidori, pronto a scagliare una bordata in diagonale, a colpo sicuro, anche in questa circostanza rintuzzata, alla grande , da De Marco. Ultima chance per Raffaele Cotigni, al rientro e subentrato nella ripresa, con un colpo di tacco delle meraviglie, dall’altezza della linea di fondo, se solo fosse riuscito a imprimere più forza alla palla. Sganappa, per quanto fatto nei secondi 45 minuti si prende un bel n.g. (non giudicabile), per inoperosità totale.

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

Eccellenza
Squadra Pt G
Foligno 63 30
Lama 55 30
Sansepolcro 50 30
San Sisto 49 30
Narnese 41 30
Castel del Piano 38 30
Orvietana 38 30
Ducato 38 30
Spoleto 37 30
Pontevalleceppi 36 30
Assisi Subasio 36 30
Angelana 35 30
Ellera 34 30
M. Martana 34 30
Pontevecchio 28 30
Pievese 23 30

ULTIME GARE DISPUTATE