Terni di nuovo sotto i riflettori dopo il successo dei Campionati Europei Paralimpici. Presentata alla sala consiliare di Palazzo Spada la II░ Prova Nazionale Cadetti organizzata dal Circolo Scherma Terni in programma al Palatennistavolo Aldo De Santis venerdý 18, sabato 19 e domenica 20 gennaio. Un evento a cui parteciperanno 1.500 atleti, i migliori talenti Under 17 di sciabola, spada e fioretto maschile e femminile. Trentuno le pedane montate nelle tre sale del Pala De Santis. Coinvolto uno staff di 300 persone tra cui oltre 40 arbitri, decine di tecnici, tutti i maestri del Circolo Scherma Terni, gli istruttori, i consiglieri e tanti volontari, tra cui gli studenti delle scuole Liceo Angeloni di Terni e Liceo Ghandi di Narni.

Un rapporto consolidato quello tra Terni e la scherma che ha spinto la FIS a rinnovare fino al 2021 l'accordo con Terni 'City-Partner': "Questo accordo garantisce anche la promozione del territorio. Terni attraverso lo sport pu˛ avere ci˛ che merita perchŔ rappresenta il futuro e anche il presente della scherma" ha detto l'assessore allo Sport Elena Proietti citando la recente vittoria di Alessio Foconi a Parigi. "E con queste premesse il sogno di organizzare un evento mondiale pu˛ diventare realtÓ" ha concluso la Proietti.



Insieme alla Prova Nazionale Cadetti e al rinnovo dell'accordo City Partner, tiene banco proprio la possibile organizzazione di un evento di respiro mondiale. Per il delegato del Coni di Terni, Stefano Lupi: "Il presidente Tiberi Ŕ un ambasciatore dello sport e a lui e alla Fondazione Carit si deve un'importante opera di promozione del territorio ternano". L'organizzazione ha infatto previsto in collaborazione con Umbria Experience e il contributo della Fondazione Carit pacchetti per escursioni sul territorio alla scoperta di Narni sotterranea, Basilica di San Valentino, Cascata delle Marmore e Cinema 6d. "Tutte le strutture ricettive di Terni e dintorni sono piene" gongola soddisfatto Tiberi.

Citato dall'assessore Proietti, il trionfatore di Parigi Alessio Foconi rappresenta solo la punta di un movimento che lega in modo indissolubile il nome di Terni al mondo della scherma anche grazie al vicepresidente del Circolo Scherma Terni, Pier Luigi Boscia, membro della commissione legale della Federazione Internazionale: "Un orgoglio - ha detto Boscia - far parte di un circolo conosciuto in tutto il mondo". Il delegato umbro della FIS Giovanni Marella ha sottolineato l'alto valore tecnico della gara augurandosi in particolare che "le pedane ternane possano essere un trampolino di lancio per tutti gli atleti umbri".

Lo sarÓ sicuramente per i Giovani e i Cadetti che puntano a qualificarsi ai Campionati Europei di categoria in programma a marzo a Foggia e ai Campionati Italiani Assoluti in programma a maggio a Lecce. Quella di Terni sarÓ la Prova Nazionale Cadetti con pi¨ partecipanti in assoluto. E il secondo posto in Coppa del Mondo ad Heidenheim dello spadista Davide Di Veroli dimostra l'alto valore della gara. Campione olimpico Under 18, il baby fenomeno Di Veroli lo scorso anno era in pedana al Pala De Santis e dodici mesi dopo ha stupito tutti (meno che gli addetti ai lavori) con il secondo posto in Germania.



"Dopo gli Europei Paralimpici non ci siamo seduti sugli allori - ha detto il presidente del Circolo Scherma Terni, Alberto Tiberi - il rinnovo della 'City Partner' Ŕ il segno che c'Ŕ l'intenzione di voler guardare avanti. Non lo nego, c'Ŕ un sogno che non mi fa dormire la notte. Abbiamo sempre creduto nelle nostre capacitÓ organizzative e con noi ci ha creduto la Fondazione Carit che ci ha sempre sostenuto. Le strutture ricettive sono piene, i circoli ci contattano per avere informazioni sui pacchetti turistici che abbiamo messo a disposizione. Voglio citare le centinaia di persone e di volontari che lavorano nello staff per accogliere un movimento compelssivo di 10.000 persone nell'arco di tre giorni. E' l'edizione con pi¨ partecipanti mai organizzata".

In chiusura l'intervento del vicepresidente vicario della FIS Paolo Azzi: "E' un momento magico per la scherma ternana, siamo rimasti tutti deliziati da ci˛ che ha fatto Alessio Foconi a Parigi ma Ŕ solo la punta di un movimento attivo sotto tutti i punti di vista. La Prova Nazionale Cadetti Ŕ una gara oggettivamente difficile da organizzare perchŔ sarÓ intensa emotivamente ed i ragazzi si giocano importanti chances di qualificazione. Ma se le condizioni e la vicinanza delle istituzioni Ŕ questa perchŔ non sognare qualcosa di pi¨ grande? La macchina organizzativa ha giÓ dato prova di essere all'altezza, le iniziative turistiche rientrano nello spirito globale dell'accordo sulle 'City Partner' e questo territorio ha tante carte da giocarsi sotto il profilo dell'attrattivitÓ".

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

ULTIME GARE DISPUTATE