“Il rinnovo dell’accordo City Partner trae spunto dalla magnifica organizzazione che ormai siamo abituati a vedere a Terni, sempre più punto di riferimento per il mondo della scherma”. Lo ha detto il presidente della FIS Giorgio Scarso presente al Palatennistavolo Aldo De Santis per la prima giornata di gare della II° Prova Nazionale Cadetti con protagonista il fioretto maschile e il fioretto femminile. “Un evento organizzato in modo superbo – ha ribadito Scarso - con ricadute sportive ma anche sociali ed economiche”. Una scelta che consente alla FIS di programmare altri eventi nel futuro: “Sono ottimista rispetto alla possibilità di vedere la candidatura di Terni per l’organizzazione di un evento mondiale, è una sfida che mi sento di poter proporre a livello internazionale. Ne parleremo la prossima settimana con il Sindaco di Terni e alla Bit a Milano dove ci sarà un convegno sulle potenzialità di un evento che contribuisce al riconoscimento di un contesto sociale e culturale”.



Quando la scherma porta migliaia di appassionati è un’opportunità di conoscenza del territorio ed è per questo che la Fondazione Carit ha voluto dare ancora una volta il suo contributo per l’organizzazione dell’evento. Presente nel parterre d’onore per assistere alle fasi finali del fioretto maschile l’ing. Nicola Astolfi del Consiglio Direttivo della Fondazione: “L’obiettivo finale della Fondazione Carit è stato sempre lo sviluppo del territorio. Voglio ringraziare per le belle parole del presidente Scarso quando dice che siamo diventati un punto di riferimento per la scherma italiana e non solo. La possibilità di organizzare un evento mondiale dimostra che il lavoro supportato anche dalla Fondazione Carit ha dato i giusti frutti. Le tantissime persone venute a Terni in questo periodo hanno consentito alle strutture e agli indotti di lavorare e in fondo il nostro scopo è proprio quello di creare sviluppo per il territorio”.



Per quanto riguarda la prima giornata di gare a vincere nel fioretto femminile (137 iscritte) è stata Margherita Lorenzi del Comini Padova in finale 15-7 su Giulia Amore del Club Scherma Roma. Sul podio Lucia Tortellotti (CDS Mangiarotti) e Alice Gambitta (Club Scherma Roma). Migliore delle atlete del Circolo Scherma Terni è stata Federica Petrini, eliminata ai quarti di finale, che ha concluso all’ottavo posto. Nel fioretto maschile (213 iscritti) in semifinale Giulio Lombardi (Fides Livorno) batte 14-13 nel minuto supplementare ad alta tensione Damiano Di Veroli (Giulio Verne Scherma) mentre dall’altra parte Giuseppe Franzoni (Club Scherma Roma) supera 15-12 Tommaso Faedo (Scherma Monza). In finale a decidere è l’ultima stoccata rivista più volte dai giudici al video. Franzoni recupera da 11-14 ma alla fine vince Lombardi 15-14. Sabato 19 gennaio al Palatennistavolo Aldo De Santis in programma le gare di spada maschile e sciabola femminile.



Foto Eva Pavia FISun momento della finale maschile e in alto il podio femminile

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

ULTIME GARE DISPUTATE

Serie C gir.C
4a di campionato, 15/9/2019
Ternana - Monopoli 0 - 2
Eccellenza
2a di campionato, 15/9/2019
Orvietana - Lama 1 - 1
Gualdo Casac. - Narnese 0 - 1
Promozione gir. B
2a di campionato, 15/9/2019
Olympia Thyrus - San Venanzo 2 - 0
Montefranco - Athletic Bastia 0 - 1
Massa Martana - AMC 98 2 - 2
Clitunno - Romeo Menti 5 - 1
Campitello - Giove 2 - 0
Amerina - Petrignano 1 - 0