Tocca al presidente Stefano Ranucci presentare il nuovo allenatore Alessandro Calori il giorno dopo il primo allenamento come nuovo tecnico della Ternana alla vigilia della partenza per Salò. E con l'occasione Ranucci dà il benvenuto ufficiale anche al nuovo ds Luca Leone dopo che le prime parole pubbliche erano state quelle per annunciare l'esonero di De Canio. "Due professionisti a cui ci affidiamo per uscire da una situazione nebulosa" ha detto Ranucci a proposito di Calori e Leone.

Terni piazza importante, la squadra è forte ma bisogna dimostrarlo

Calori comincia raccontando il suo arrivo a Terni: "Ho parlato con diverse squadre in questo periodo, ho scelto di venire qua perchè reputo Terni una piazza importante. Ho parlato con il direttore, ci conosciamo da anni anche se non abbiamo mai lavorato insieme. Vado a pelle, a sensazioni. Terni ha una squadra importante, è chiaro che qualche problema c'è. E' l'ennesima sfida, questa mi piace perchè c'è adrenalina. Quando c'è pressione e devi vincere per forza bisogna allegerire, che non significa non essere ambiziosi ma creare una squadra mentalmente e fisicamente forte per raggiungere l'obiettivo. La squadra è forte, ma poi bisogna dimostrarlo. Serve essere un gruppo, avere voglia di vincere. Non ho la bacchetta magica, sono già entrato dentro la situazione. Non ha senso intervenire a piedi pare, devo vedere e intervenire chirurgicamente".

Capire in fretta cosa non va, non illudere la gente e arrivare all'obiettivo

In genere un allenatore subentra per salvare una squadra, questo caso è molto diverso: "Mi è capitato in situazioni diverse. Bisogna leggere velocemente chi hai di fronte e indirizzarli sulla strada giusta, sui concetti di calcio che ciascuno ha. De Canio è un grande allenatore che ha allenato in Serie A, se ha avuto difficoltà vuol dire che alcuni problemi vanno risolti. Quando ti chiamano bisogna capire in fretta. Non bisogna illudere la gente, so che questi ragazzi hanno una grande responsabilità come ce l'ho io. Se possiamo arrivare direttamente all'obiettivo bene, altrimenti c'è il piano B dei playoff".

Il Liberati sembra un teatro, va cambiato lo spirito. Non voglio più perdere così

Prende la parola il ds Leone: "Mi è dispiaciuto l'esonero di De Canio. Tutti pensavano all'inizio che questa squadra doveva vincere il campionato. A mio avviso qualcosa di buono è stato fatto, altre cose non hanno funzionato. Dobbiamo essere bravi a vedere da qui al 31 gennaio se la squadra ha bisogno di correttivi insieme a mister e società. Dobbiamo capire cosa ha rallentato la corsa della Ternana soprattutto nel mese di dicembre. Cosa bisogna cambiare? Sicuramente lo spirito. Capisco i tifosi che vogliono vedere qualcosa in più ma anche io faccio appello a loro perchè quel qualcosa in più a volte te lo dà lo stadio. Sabato sembrava che a volte fosse tutto spento. Noi dobbiamo essere bravi a riaccendere tutto. La più bella vittoria che dobbiamo avere è riempire lo stadio. Ricordo questo stadio quando ero giocatore e girando per la città percepisco che la gente vive di pane e Ternana. Il calcio è come vinci e come perdi. Io non voglio perdere come l'altro giorno".

Modulo 3-5-2 o 4-3-1-2, e sul mercato: "Dobbiamo capire chi è da Ternana e chi no"

Ancora Calori sul mercato e l'ipotesi Palumbo ma anche sul possibile modulo con cui schiererà la squadra domani a Salò: "E' un giovane che ho avuto a Trapani, di grande qualità, un ragazzo che è cresciuto qua e quindi lo conoscete bene, ma non c'è al momento quindi non ha senso parlarne. Ho allenato utilizzando diversi moduli, dal 3-5-2 ma anche 4-3-1-2 e 4-3-2-1. Abbiamo provato due situazioni diverse, dobbiamo capire bene domani chi è a disposizione".

Del mercato naturalmente parla anche Leone: "Non ci sono certezze matematiche su chi resterà e chi partirà. Da oggi inizia un'altra gestione e insieme vogliamo renderci conto chi vuole restare e chi no. Dobbiamo capire chi è da Ternana e chi no. Lavoreremo giorno e notte per questo".

Per ora Calori pensa alla FeralpiSalò: "Devo vedere con i miei occhi. In un giorno non ho capito tutto, ma ho visto e mi sono fatto un'idea. Ora sto pensando alla partita, dopo penseremo al mercato".

Gli insegnamenti di Galeone e quelli di Mazzone: "In Serie C servono gambe e gambe"

Tanti allenatori hanno segnato la carriera di Calori da giocatore e poi da allenatore: "Mazzone era fantastico perchè con la battuta sapeva gestire, Bigon ha gestito Maradona, Galeone mi ha insegnato a giocare a zona e mi ha aperto un mondo, e ancora Vicini e tanti altri. Da tutti ho preso qualcosa. Mazzone mi diceva che in Serie C servono gambe e gambe, in Serie B gambe e testa, in Serie A testa e gambe".

I tifosi ieri allo stadio gli hanno chiesto di far giocare Marilungo e Vantaggiato: "I giocatori non sono figurine, se sono forti giocano tutta la vita. L'obiettivo deve essere di tutti e tutti si devono sentire partecipi. Sono due giocatori che devono avere la possibilità, poi non sta scritto da nessuna parte. Sono convinto che da professionisti ci daranno una grande mano".

Da chi è arrivato il primo input su Calori? "Conosco il mister e le sue squadre - risponde Leone - è una persona seria e un lavoratore. Lo seguo sin da Protogruaro quando diede grande lezione di calcio, a Trapani ha sfiorato un'impresa. Ha grandi qualità e sono sicuro che in questo momento è la persona giusta per Terni".

Non saranno della partita di domani Vives, Altobelli, Fazio e Furlan. Mentre è recuperato Iannarilli. Per Vives in programma oggi una risonanza. "E' una situazione complicata sia a livello professionale che morale per il ragazzo, a breve vedremo la soluzione migliore da prendere" dice Leone.

Parecchie assenze ma Calori non è preoccupato: "Non rimpiango chi manca".

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

Serie C gir.C
Squadra Pt G
Potenza 20 9
Reggina 19 9
Monopoli 19 9
Ternana 19 9
Bari 17 9
Catanzaro 16 9
Paganese 15 9
Catania 15 9
Viterbese 14 9
Casertana 13 9
Virtus Francavilla 12 9
Vibonese 11 9
Cavese 11 9
Avellino 10 9
Teramo 9 9
Picerno 9 9
Bisceglie 9 9
Sicula Leonzio 6 9
Rende 2 9
Rieti 2 9

ULTIME GARE DISPUTATE

Serie C gir.C
9a di campionato, 13/10/2019
Bari - Ternana 2 - 0
Eccellenza
6a di campionato, 13/10/2019
Assisi Subasio - Orvietana 0 - 0
Narnese - Lama 1 - 0
Promozione gir. B
6a di campionato, 13/10/2019
Vis Foligno - Romeo Menti 3 - 1
Viole - Campitello 2 - 3
San Venanzo - AMC 98 0 - 0
Olympia Thyrus - Athletic Bastia 2 - 0
Montecastello Vibio - Giove 2 - 2
Massa Martana - Montefranco 1 - 1
Amerina - Clitunno 2 - 3