Solo pochi giorni fa l'incontro informale tra il presidente della FIC Giuseppe Abbagnale e il Sindaco e l'Assessore allo Sport del Comune di Terni sanciva il rinnovo del legame tra la Federazione Italiana Canottaggio e il lago di Piediluco anche in vista dei lavori di riqualificazione con il bando in scadenza il 31 gennaio. "Ci rivedremo una volta aperte le buste e assegnati i lavori" aveva promesso Abbagnale.

E invece si dovrà aspettare più del previsto perchè con una determinazione del Dirigente della Direzione Manutenzioni Patrimonio Luciano Sdogati è stato deciso di rettificare gli atti di gara posticipando il termine di scadenza della presentazione delle offerte al 20.02.2019 e quello di apertura della gara al 21.02.2019. L'avviso di rettifica del "Progetto di Sviluppo dell’economia del territorio – Valorizzazione Lago di Piediluco" per la riqualificazione e messa a norma del Centro Nazionale di Preparazione Olimpica Paolo d'Aloja parla esplicitamente di "errori materiali nel capitolato speciale d’appalto e nel disciplinare di gara per le parti riguardanti le suddette percentuali di subappalto" e visto l'interesse da parte degli operatori economici a partecipare alla procedura di gara si è deciso per la proroga. Nel frattempo si procederà alla rettifica dell’art. 47, co. 1 – lett. a) del capitolato speciale d’appalto come segue: "I lavori costituenti strutture, impianti e opere speciali, previsti dal D.M. 10.11.2016 n. 248 di importo superiore al 10% dell’importo totale dei lavori, l’eventuale subappalto non può superare il 30% dell’importo delle opere".

L'avviso di rettifica è pubblicato sul sito del Comune

AVVISO DI RETTIFICA

OGGETTO: Progetto di Sviluppo dell’economia del territorio – Valorizzazione Lago di Piediluco.

Riqualificazione e messa a norma del Centro Nazionale di Preparazione Olimpica Paolo D’Aloja. Lotto n. 1 C.I.G.:77257155B3 - CUP: F46J16000410002. Rettifica del capitolato speciale d’appalto e degli atti di gara.

IL DIRIGENTE DELLA DIREZIONE AFFARI GENERALI
Richiamata la Deliberazione n. 173 del 28/11/2018 con la quale la Giunta Comunale ha approvato il progetto esecutivo dei lavori di riqualificazione e messa a norma del Centro Nautico di preparazione olimpica Paolo D’Aloja – Lotto n°1;

Richiamata la determinazione a contrarre approvata con atto nr. 3704 del 10.12.2018;

Visti gli atti di gara pubblicati in data 28.12.2018;

Visto l’avviso di rettifica già pubblicato in data 15.01.2019 ove si disponeva che “l’importo a base d’asta ascende ad € 300.108,88 di cui € 25.043,01 per oneri della sicurezza non soggetti a ribasso, così come descritti e definiti nel capitolato speciale di appalto”.

Dato atto che sono pervenute richieste di chiarimento da parte degli operatori economici interessati a partecipare alla procedura di gara aperta in merito alla percentuale di subappalto ammissibile in relazione alle categorie scorporabili (OG11 – OS4 – OG12);

Accertato che effettivamente sono stati rilevati errori materiali nel capitolato speciale d’appalto e nel disciplinare di gara per le parti riguardanti le suddette percentuali di subappalto ammissibile in relazione alle categorie scorporabili (OG11 – OS4 – OG12);

Considerato che la rettifica costituisce il tipico rimedio alla correzione di errori materiali degli atti amministrativi e consiste nelle eliminazioni, sostituzioni o aggiunte nel contenuto dell’atto amministrativo, conformemente a ciò che risulta essere stato effettivamente voluto, ma che non appare essere stato esternato per mero errore ostativo o per mero errore materiale (cfr. Cons. di Stato, Sez. V, 13 giugno 1980, n. 581);

Dato atto che la rettifica non comporta necessariamente una particolare esternazione delle ragioni d’interesse pubblico che determinato una tale attività amministrativa, ben potendo i motivi essere sufficientemente desunti dalla semplice constatazione dell’errore commesso, senza che medio tempore si sia avuto il consolidamento di situazioni soggettive (cfr. Cons. di Stato, Sez. VI, 29 settembre 1979, n. 692);

Visto quanto previsto in materia delle percentuali di subappalto ammissibile in relazione alle categorie scorporabili (OG11 – OS4 – OG12), nel DM n. 248 del 2016;

Ritenuto per le suddette motivazioni di procedere alla rettifica dell’art. 5, co. 1 del capitolato speciale d’appalto come segue:



Ritenuto per le suddette motivazioni di procedere alla rettifica dell’art. 47, co. 1 – lett. a) del capitolato speciale d’appalto come segue:
I lavori costituenti strutture, impianti e opere speciali, previsti dal D.M. 10.11.2016 n. 248 di importo superiore al 10% dell’importo totale dei lavori, l’eventuale subappalto non può superare il 30% dell’importo delle opere.

RENDE NOTO
Che con determinazione del Dirigente della Direzione Manutenzioni Patrimonio n. 246 del 23.01.2019 si è disposto di rettificare gli atti di gara nel senso sopra descritto. La posticipazione del termine di scadenza della presentazione delle offerte al 20.02.2019 e quello di apertura della gara al 21.02.2019. Agli operatori economici interessati che per tutto quanto non specificato nel presente avviso si rimanda agli atti di gara rettificati pubblicati sul profilo del committente nonché sulla piattaforma telematica net4market.

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

ULTIME GARE DISPUTATE