In queste ore tanti sono i messaggi che esprimono cordoglio e commozione per la scomparsa di Leonardo Cenci, simbolo della lotta contro il cancro e impegnato da anni nel mondo del volontariato con la onlus "Avanti tutta". A livello individuale tante le persone che anche da Terni hanno affidato il loro pensiero ai social. Poi i messaggi a livello istituzionale e del mondo sportivo:

L’Amministrazione comunale di Terni esprime cordoglio e commozione per la scomparsa di Leonardo Cenci. Il suo modo di affrontare la malattia, la sua battaglia sono un esempio di tenacia, di forza, di caparbietà e di attaccamento alla vita per tutta la nostra Umbria, ma in generale per ogni uomo e per ogni donna. Anche Terni condividerà e onorerà l’eredità di valori e di forza d’animo lasciata da Leonardo.

Athletic Terni: Un grande esempio, una persona straordinaria che ha insegnato a tutti a non arrendersi mai: #avantutta Leo Cenci, il tuo messaggio e i tuoi insegnamenti resteranno per sempre e anche noi nel nostro piccolo cercheremo di portarli avanti. Grazie Leo

Il Circolo Scherma Terni nella persona del presidente Alberto Tiberi, il direttivo, tutti i soci, i Maestri e gli atleti, si stringono con affetto e profondo cordoglio intorno alla famiglia Cenci per la scomparsa di Leonardo. Coraggioso come nessun altro, fonte di ispirazione per la forza e il desiderio di non mollare mai, Leonardo resterà sempre nei cuori di tutti coloro che lo hanno conosciuto per l'esempio e la grande lezione di vita durante la sua battaglia. Un campione vero capace di affrontare in pedana un terribile avversario sempre con il sorriso fino all'ultimo affondo.

Il vice presidente della Regione Umbria, Fabio Paparelli, esprime «a nome di tutta la comunità sportiva umbra, un sincero e sentito ringraziamento a Leonardo Cenci per quanto ha fatto fino ad oggi per tutti noi. Il suo straordinario percorso di vita si è sublimato in un messaggio di speranza che va oltre il tempo e lo spazio. Lo sport, con il suo esempio, si è riappropriato di quel valore intimo ed universale che porta a superare limiti e fragilità. Nello sport ha sempre trovato quel compagno di strada che lo ha aiutato a competere contro la malattia, andando incontro alla vita con un sorriso da vero campione. Ho avuto il piacere di conoscerlo e di sostenerlo in una delle sue incredibili sfide, quella maratona di New York in cui ha portato alto il nome della nostra regione e promosso la bellezza dei luoghi che ha sempre amato. L’Umbria lo ringrazia ancora per questa oltre che per le altre mille iniziative che ha lanciato in questi anni, perché hanno lasciato un segno indelebile nelle nostre vite».

I tifosi di Hic Sunt Ferae: Hic Svnt Ferae si stringe intorno a parenti amici e popolo biancorosso... in questi momenti ne bandiere ne colori. CIAO LEO

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

ULTIME GARE DISPUTATE