"Vincente, ottimista, fortunato". Stefano Bandecchi lo ha ribadito agli incontri di oggi con i gruppi e i club del tifo organizzato. Non che dovesse presentarsi perchè poco conosciuto, anzi tutt'altro. In un anno e mezzo ormai tifosi, calciatori, stampa, dirigenti e dipendenti della Ternana hanno potuto apprezzare nel bene e anche nel male qualità e difetti del proprietario delle Fere.

Di certo un uomo che non si nasconde, che ha imparato sulla sua pelle come il calcio risponda a logiche particolari, che non basta fare proclami e mettere sul piatto investimenti milionari per avere subito risultati. Un uomo capace di chiedere scusa dei propri errori, mettersi in gioco e metterci la faccia, anche ben oltre le proprie responsabilità. E soprattutto prendere il timone della nave in tempesta dopo le dimissioni di Stefano Ranucci. Scegliere le persone giuste al posto giusto, uomini prima ancora che professionisti, sia in campo che dietro la scrivania, non è certo facile come lo è criticare sui giornali o dai gradoni dello stadio. Ma ormai per lui la Ternana è una missione, che va ben oltre la sua reputazione. Per questo ha ribadito, anche oggi, che non se ne andrà. Almeno non prima di aver riportato la Ternana dove l'ha presa, in Serie B.

A proposito di stadio, anche oggi Bandecchi ha ribadito di volerlo comprare. Così come ha ripetuto di voler risolvere il pessimo stato del campo di gioco del Liberati e riportare al sintetico il manto sul Taddei. Paolo Tagliavento assumerà di fatto la carica di vice-presidente mentre Bandecchi continuerà a seguire le Fere. Lo ha fatto anche oggi, dopo i tifosi è volato a Cascia per incontrare la squadra in ritiro con mister Gallo. Una squadra ormai paralizzata dalle sue stesse paure, incatenata nei bassifondi di una categoria dove forse nessuno dei calciatori della rosa voleva e si aspettava di dover disputare questa stagione.

Nemmeno Bandecchi se lo aspettava, ma ormai c'è e nonostante la figuraccia che la Ternana sta facendo fare anche a lui, non scappa ma anzi affronta la difficoltà di petto. "Con il Monza abbiamo il 10% di possibilità di vincere" ha ammesso oggi Bandecchi ai tifosi. Ma basterebbe che la squadra assimilasse un briciolo del suo ottimismo e della sua grinta per sperare il quel 10%. E Bandecchi è volato a Cascia proprio per questo.

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

Serie C gir.B
Squadra Pt G
Pordenone 73 38
Triestina 67 38
Imolese 62 38
Feralpisalò 62 38
Monza 60 38
Sudtirol 55 38
Ravenna 55 38
L. R. Vicenza 51 38
Sambenedettese 50 38
Fermana 47 38
Ternana 44 38
Gubbio 44 38
Albinoleffe 43 38
Teramo 43 38
Vis Pesaro 42 38
Giana Erminio 42 38
Renate 39 38
Rimini 39 38
A. J. Fano 38 38
Virtus Verona 38 38

ULTIME GARE DISPUTATE