Stadio da acquistare, aree commerciali da inserire, manto erboso da rifare, tribune da avvicinare al campo di gioco. Nella testa di Stefano Bandecchi ci sono questi e altri progetti legati a Terni. Nell'incontro durato circa un’ora con il sindaco, Leonardo Latini, il presidente della Ternana ha messo sul tavolo anche l'intenzione di investire in un progetto legato alle cellule staminali, nuova frontiera della medicina rigenerativa. E poi anche un’altra iniziativa, legata probabilmente alla nascita di cliniche odontoiatriche.

Cosa si sono detti di preciso Bandecchi e Latini? Bandecchi ha voluto soprattutto chiarire direttamente gli aspetti rimasti in sospeso dagli "auguri al veleno" dello scorso 8 dicembre. Da quel momento, alla vigilia di Ternana-Fermana (2-0 con rovesciata di Vantaggiato) è cominciata la parabola discendente della Ternana in campo e quella nei rapporti tra società e amministrazione. Rapporti che si sono poi di fatto arenati sul reale valore dell'impianto in mancanza di una perizia ufficiale, sulla (ancora sconosciuta) volontà politica della Giunta di cedere o meno l'impianto, sul progetto del PalaSport nell'area Foro Boario.

In realtà il progetto PalaSport al Foro Boario non metterebbe i bastoni tra le ruote a Bandecchi. "Se la Ternana vuole fare una proposta seria, siamo disposti a parlarne - spiega l'assessore ai Lavori Pubblici Enrico Melasecche a Sporterni - dobbiamo tutelare gli interessi della città ma siamo contenti che un imprenditore voglia investire in assoluta trasparenza, chiaramente tramite bandi pubblici. Un'eventuale variante urbanistica per l’inserimento delle aree commerciali allo stadio dovrà passare dal Consiglio Comunale. Ma con il Palazzetto al Foro Boario, anche lo stadio acquisterebbe valore in un'area illuminata, pulita e riqualificata".

L'incontro con il sindaco è stato utile per Bandecchi anche per chiarire dinamiche e procedure legate all'eventuale acquisto dello stadio Liberati. E una volta per tutte fugare i dubbi sulla diatriba intorno al Palazzetto dello Sport. La nota del Demanio sul vincolo nell'area ex polveriera ha stoppato la delibera per l'acquisizione in Terza Commissione stroncando di fatto l'ipotesi Maratta. Ma a Bandecchi interessava sapere dell'altro progetto, legato all'offerta della Salc di Simonpietro Salini per la realizzazione della struttura al Foro Boario. Rispondendo ieri in question time Melasecche ha detto che sulla riqualificazione dell'area la Giunta ha trovato una sintesi. Elementi che fanno convergere sul progetto PalaSport al Foro Boario e che forse Bandecchi non conosceva a fondo fino al colloquio con il primo cittadino.

Tutto questo aiuta a capire il cambio di registro delle sue dichiarazioni. "Mi risulta che chi doveva costruire il PalaSport al Foro Boario avrebbe avuto aree commerciali. Secondo me il PalaSport non servirà quasi a niente, ma se ci saranno delle aree commerciali, anche per lo stadio ci dovrebbero essere" aveva dichiarato l'imprenditore livornese prima di recarsi a Palazzo Spada. Di tenore diverso le parole post colloquio: "Ho detto che sono disponibile di acquistare lo stadio se mi viene data la possibilità di fare un buon lavoro. Non è strettamente collegato alla parte commerciale, ma a fare uno stadio che abbia un interesse vero".

L’acquisto di uno stadio di proprietà comunale non è di certo immediato e privo di spigolature. C’è ad esempio il precedente della vendita dello stadio Percassi di Bergamo all'Atalanta, tramite una procedura su cui l'Albinoleffe ha presentato ricorso, bocciato dal Tar e riproposto al Consiglio di Stato. Ma per Bandecchi ci sono anche gli ostacoli "del cuore" del sindaco Latini. Tifosissimo della Ternana, il primo cittadino ha anche l’impegno morale (non certo l’obbligo politico) di misurare gli umori della piazza. E al momento una larga parte della città, preoccupata per le sorti del campionato e delusa per l’andamento della stagione, non sarebbe favorevole alla cessione dello stadio comunale alla società. La tempistica dell'interessamento era giusta l’8 dicembre con la Ternana al secondo posto in classifica. Al momento il clima non aiuta. Ma i risultati possono cambiare e con loro, siamo certi, anche il sentimento popolare.

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

Serie C gir.B
Squadra Pt G
Pordenone 73 38
Triestina 67 38
Imolese 62 38
Feralpisalò 62 38
Monza 60 38
Sudtirol 55 38
Ravenna 55 38
L. R. Vicenza 51 38
Sambenedettese 50 38
Fermana 47 38
Ternana 44 38
Gubbio 44 38
Albinoleffe 43 38
Teramo 43 38
Vis Pesaro 42 38
Giana Erminio 42 38
Renate 39 38
Rimini 39 38
A. J. Fano 38 38
Virtus Verona 38 38

ULTIME GARE DISPUTATE