Dopo quella di domenica con la Pievese mancheranno cinque partite per chiudere la stagione d’Eccellenza. E’ il momento in cui si completano i giochi, almeno per le posizioni di rincalzo. L’Orvietana si trova esattamente al centro, non ha possibilità per ambire a qualcosa d’importante, non ha attraccato sulla terra ferma per ciò che riguarda il discorso salvezza. I rischi sono minimali, battere la Pievese significherebbe, verosimilmente, azzerarli. Non si vince dal venti gennaio e la partita con l’ultima in classifica potrebbe rompere il lungo digiuno. Ma la Pievese, allenata dall’esperto Gallastroni, allenatore che si autodefinisce scomodo e non si sente inferiore a nessuno, ha dalla sua la mente sgombra da problemi di sorta. Valutata quale sicura retrocedente, gioca per dimostrare di valere un po’ più di quanto non dica la classifica e nelle ultime partite ha sempre venduto cara la pelle. L’Orvietana, preparata da Gianfranco Ciccone e filo diretto con Fiorucci, sa di avere le carte servite per fare il piatto. Però - ammonisce Ciccone – i buoni propositi andranno seguiti dai fatti. Noi lavoriamo tutta la settimana e sulla base di quanto fatto e visto, scegliamo la miglior formazione. Poi, in campo vanno i giocatori e spetta a loro l’ultima parola. Il tecnico di Somma Vesuviana dichiara che le condizioni generali sono buone, che Frellicca, Caciolla e Gulino non potranno essere della partita, che Colace sembra aver smaltito un piccolo problema muscolare. Quindi, avanti tutta, tenendo sempre a mente, come la vittoria per una rete a zero, conseguita all’andata, fu molto sofferta. La direzione di gara è affidata, stavolta, a un giovanissimo, Walid Kandli, considerato tra le promesse fra gli arbitri umbri. E’ alla terza direzione stagionale, nel recente passato ha partecipato al raduno Mentor & Talent, il cui obiettivo è di individuare e formare gli arbitri con caratteristiche che ne rendano le prospettive interessanti. Un interesse aggiunto per chi andrà a vedere la partita, con la possibilità di valutare, personalmente, le qualità del fischietto folignate. I collaboratori, anch’essi di Foligno, sono Matteo Rocco e Luigi Zimbardi.

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

Eccellenza
Squadra Pt G
Foligno 63 30
Lama 55 30
Sansepolcro 50 30
San Sisto 49 30
Narnese 41 30
Castel del Piano 38 30
Orvietana 38 30
Ducato 38 30
Spoleto 37 30
Pontevalleceppi 36 30
Assisi Subasio 36 30
Angelana 35 30
Ellera 34 30
M. Martana 34 30
Pontevecchio 28 30
Pievese 23 30

ULTIME GARE DISPUTATE