Il sindaco di Terni Leonardo Latini e l'assessore allo Sport Elena Proietti hanno incontrato questa mattina il club manager della Ternana Paolo Tagliavento. Ieri sera l'annuncio di Stefano Bandecchi dopo l'ennesimo acceso confronto che il presidente ha avuto sotto la curva. Nella nota inviata da Bandecchi dopo la partita persa con l'Imolese si parla di tre tifosi che avrebbero sputato al patron. Ma su questo episodio, per ora, non ci sono conferme nè dalle riprese televisive effettuate al termine della partita nè dalle foto scattate da giornalisti e tifosi pubblicate sui siti e sui social.

"Abbiamo ritenuto doveroso – dice il sindaco in una nota diffusa dal sito di Palazzo Spadachiedere un confronto e un chiarimento sulla situazione della Ternana anche a seguito delle dichiarazioni del presidente Bandecchi dopo la gara di campionato di ieri, attraverso le quali manifestava l’intenzione di cedere la società. E’ chiaro che si tratta di decisioni riguardanti una società privata e sulle quali l'amministrazione comunale non ha potere di intervenire. E’ altrettanto evidente che – come è sempre accaduto – la Ternana Calcio va considerata oltre che per gli aspetti sportivi ed economici, anche come un patrimonio sociale della città, per l’interesse che continua a suscitare e per essere uno dei principali elementi aggregativi della comunità cittadina".

Rispetto agli sputi che Bandecchi avrebbe ricevuto, Latini dice: "Tali specifici e isolati comportamenti, nel momento in cui trascendono in oltraggi non rispecchiano il modo di essere della città e della tifoseria nel suo complesso. Per questo mi sento in dovere di prenderne le distanze a nome della città che rappresento. Restano salve la libertà di critica, alla quale peraltro Bandecchi non si è mai sottratto, e la necessità di continuare un confronto civile con la società stessa e con i calciatori. Un confronto che continuo ad auspicare e del quale anzi mi rendo disponibile ad essere garante e intermediario se ce ne fosse la necessità, per cercare di spiegare e rasserenare una situazione che francamente risulta sempre più difficile da comprendere per tutti, specie per coloro che sono più attaccati alla fede rossoverde e forse anche per il presidente stesso".

L'incontro di questa mattina segue il primo contatto avuto da Tagliavento con il primo cittadino e soprattutto il colloquio tra Latini e Bandecchi in cui il presidente aveva ribadito la sua intenzione di investire sulla città di Terni acquistando lo stadio Liberati e anche attraverso altri progetti. L'ex arbitro internazionale e attuale club manager rossoverde - come riportato dalla Proietti - ha ribadito al patron che non tutta la città è d'accordo con quei facinorosi che si sarebbero macchiati dell'atto vile e violento. Ma Bandecchi pare irremovibile e a confermalo è la stessa Elena Proietti: "Certamente il comunicato di Stefano Bandecchi è stata una doccia fredda. Uno sputo è un atto di violenza e non mi sento di giustificarlo, anzi. Cosa vogliamo dire a Bandecchi? Ha speso una cifra esorbitante per una squadra che doveva essere una delle migliori. Sono dispiaciuta come tifosa e preoccupata. E' un imprenditore che ha detto di voler investire nella città e quindi ci chiediamo che fine farà la nostra squadra del cuore che è un patrimonio di tutta la città" ha detto la Proietti.

L'avvocato Massimo Proietti, che interverrà telefonicamente questa sera nel corso della trasmissione Fere di Sera in onda su Tele Galileo, ha confermato l'incarico a trattare la cessione della Ternana: "Ho avuto un colloquio ieri sera con Bandecchi che mi ha confermato l'incarico. Sono in attesa di avere indicazioni più precise su come procedere ma da quello che mi risulta non ci sono inversioni di tendenza". Nell'intervista Proietti chiarisce anche la questione legata all'udienza al Tar del Lazio del 26 marzo quando la Ternana chiederà 18 milioni di euro di risarcimento per il mancato ripescaggio e soprattutto la "coincidenza" del periodo di due anni intercorso tra la cessione dalla famiglia Longarini all'Unicusano fino alla decisione di Bandecchi.

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

Serie C gir.B
Squadra Pt G
Pordenone 73 38
Triestina 67 38
Imolese 62 38
Feralpisalò 62 38
Monza 60 38
Sudtirol 55 38
Ravenna 55 38
L. R. Vicenza 51 38
Sambenedettese 50 38
Fermana 47 38
Ternana 44 38
Gubbio 44 38
Albinoleffe 43 38
Teramo 43 38
Vis Pesaro 42 38
Giana Erminio 42 38
Renate 39 38
Rimini 39 38
A. J. Fano 38 38
Virtus Verona 38 38

ULTIME GARE DISPUTATE