Il Direttore Tecnico Francesco Cattaneo, al termine delle ultime valutazioni e dopo aver disputato il 1° Meeting Nazionale COOP, ha ufficializzato la composizione della Delegazione Nazionale che prenderà parte al 33° Memorial Internazionale "Paolo d’Aloja" che si disputerà nel weekend a Piediluco.

Sono ben 97 gli atleti, tra maschi e femmine, convocati per la composizione dei vari equipaggi Junior (9 atleti), Under 23 Pesi Leggeri (11), Under 23 (26), Pesi Leggeri (11) e Senior (40), che da venerdì pomeriggio inizieranno a gareggiare nelle eliminatorie per la formazione del primo giorno di finali, previsto per sabato mattina. Stessa cosa si ripeterà sabato pomeriggio con le batterie di qualificazione per la seconda tornata di finali in programma domenica mattina. In totale scenderanno in acqua, per competere a fianco degli equipaggi delle altre 35 Nazioni partecipanti al 33° Memorial, 37 barche azzurre (5 Junior, 8 Pesi Leggeri e 24 Senior). Ma il Memorial è anche l'occasione in cui gli equipaggi societari si iscrivono per confrontarsi sia con quelli della Nazionale e sia con quelli delle altre Nazioni in gara per cui, a fianco degli equipaggi dell'Italia (riconoscibili per la presenza della sigla ITA), scenderanno in acqua a Piediluco anche 46 equipaggi societari (29 Junior, 11 Pesi Leggeri e 6 Senior) contraddistinti dalla sigla ITA S.

Gli equipaggi e tutti i dettagli organizzativi saranno illustrati domani durante la Conferenza Stampa programmata a Terni, alle ore 11.00, presso il palazzo Montani Leoni, sala "Cascata delle Marmore", in Corso Cornelio Tacito.

LE FINALI IN DIRETTA SU RAI SPORT Le due giornate di finali, infine, saranno teletrasmesse in diretta RAI su Rai Sport HD (canale 57 del digitale terrestre) e RAI Sport (canale 58), oltre che in streaming video sul sito Rai Play (https://www.raiplay.it/dirette/raisport) a partire dalle 8.30 di sabato e di domenica, per concludersi alle 11.30 nei due giorni di gare. La telecronaca sarà a cura di Marco Lollobrigida con il commento tecnico di Raffaello Leonardo e la regia di Fabio Crisafi.

Di seguito la composizione della Delegazione Italiana, suddivisa per categoria:

SENIOR MASCHILE E FEMMINILE: Ilaria Broggini, Veronica Calabrese (Canottieri Gavirate), Andrea Cattaneo (Carabinieri-SC Bissolati), Benedetta Faravelli (Carabinieri-SC Esperia), Laura Meriano (Carabinieri-SC Garda Salò), Aisha Rocek (Carabinieri-SC Lario), Stefania Gobbi (Carabinieri-SC Padova), Bruno Rosetti, Ludovica Serafini (CC Aniene), Mario Paonessa, Paolo Perino, Luca Rambaldi, Simone Venier, Giuseppe Vicino (Fiamme Gialle), Andrea Panizza (Fiamme Gialle-AS Moto Guzzi), Leonardo Pietra Caprina (Fiamme Gialle-CC Aniene), Emanuele Fiume (Fiamme Gialle-CC Pro Monopoli), Clara Guerra (Fiamme Gialle-Pro Monopoli), Niccolò Pagani (Fiamme Gialle-RCC Tevere Remo), Giacomo Gentili (Fiamme Gialle-SC Bissolati), Marco Di Costanzo, Emanuele Liuzzi (Fiamme Oro), Kiri Tontodonati (Fiamme Oro-CUS Torino), Matteo Castaldo (Fiamme Oro-RYCC Savoia), Enrico D’Aniello (Fiamme Oro-RYCC Savoia), Davide Mumolo (Fiamme Oro-SC Elpis), Giovanni Abagnale, Vincenzo Abbagnale, Raffaele Giulivo, Luca Parlato (Marina Militare), Cesare Gabbia (Marina Militare-SC Elpis), Fabio Infimo, Salvatore Monfrecola (RYCC Savoia), Giorgia Pelacchi (SC Lario), Sara Bertolasi (SC Milano), Filippo Mondelli (SC Moltrasio), Luca Chiumento, Simone Martini, Alessandra Patelli (SC Padova), Giorgia Lo Bue (SC Palermo).

PESI LEGGERI MASCHILI E FEMMINILI: Stefano Oppo (Carabinieri), Martino Goretti, Pietro Ruta (Fiamme Oro), Federica Cesarini (Fiamme Oro-Canottieri Gavirate), Catello Amarante, Gabriel Soares (Marina Militare), Alfonso Scalzone (RYCC Savoia), Giulia Mignemi (SC Aetna), Arianna Noseda (SC Lario), Lorenzo Fontana (SC Menaggio), Stefania Buttignon (SC Timavo).

UNDER 23 MASCHILI E FEMMINILI: Giovanna Schettino CC Aniene), Leonardo Calabrese, Emanuele Giarri (CC Roma), Mirko Cardella, Gustavo Ferrio (CC Saturnia), Cristina Annella (CN Posillipo), Arianna Bini (CUS Pavia), Lorenzo Gaione (CUS Torino), Leonardo Radice Karoschitz (RCC Cerea), Riccardo Jansen (RCC Tevere Remo), Giorgio Casaccia Gibelli (Rowing Genova), Volodymyr Kuflyk, Aniello Sabbatino, Gennaro Zenna (RYCC Savoia), Sarah Caverni, Chiara Di Pede (SC Arno), Nicholas Castelnovo, Caterina Di Fonzo, Jacopo Frigerio, Ivan Galimberti (SC Lario), Andrea Barelli, Marta Barelli, Davide Comini, Mattia Della Valle, Elisa Mondelli (SC Moltrasio), Pietro Cangilosi (SC Padova).

UNDER 23 PESI LEGGERI MASCHILI E FEMMINILI: Luca Annibale (RYCC Savoia), Giacomo Costa (Rowing GE), Silvia Crosio (Amici del Fiume), Giuseppe Di Mare (RYCC Savoia), Riccardo Italiano (SC Esperia), Greta Martinelli (SC Tremezzina), Patrick Rocek (SC Lario), Raffaele Serio (RYCC Savoia), Francesco Squadrone (SC Amici del Fiume), Niels Torre (SC Viareggio), Alberto Zamariola (RCC Cerea).

JUNIOR MASCHILI E FEMMINILI: Nicolò Carucci, Diego Paroli (Canottieri Gavirate), Gennaro Di Mauro (CC Napoli), Achille Benazzo, Anna Benazzo (RCC Cerea), Giulia Bosio (SC Esperia), Nadine Agyemang Heard, Arianna Passini (SC Moltrasio), Alessandro Bonamoneta (SS Murcarolo).

DODICI NUOVE NAZIONI AL VIA: Saranno 36 le nazioni in gara quest’anno nell’edizione 2019 del Memorial Paolo d’Aloja, la 33° dedicata alla memoria dello storico presidente federale. Per quanto concerne le nazionali, lasciando da parte l’Italia, balzo in avanti nei numeri, dal momento che dalle 26 del 2018 si passa, appunto, a 35: Bangladesh, Belgio, Benin, Costa d'Avorio, Croazia, Danimarca, Egitto, Finlandia, Georgia, Giappone, Grecia, Irlanda, Israele, Libia, Lituania, Marocco, Monaco, Namibia, Olanda, Portogallo, Porto Rico, Repubblica Ceca, Romania, Russia, Serbia, Singapore, Sud Africa, Svizzera, Togo, Tunisia, Turchia, Uzbekistan, Ucraina, Ungheria, Zimbabwe. Un salto verso l’alto dunque, dal momento che per cinque nazionali che non tornano in gara a Piediluco (Algeria, Iraq, Malta, Qatar, Spagna), ce ne sono ben 12 – Costa d’Avorio, Croazia, Danimarca, Finlandia, Grecia, Olanda, Repubblica Ceca, Serbia, Singapore, Svizzera, Togo, Turchia – che scelgono la manifestazione internazionale in programma sulle acque del Centro Nazionale di Preparazione Olimpica per iniziare il proprio cammino agonistico stagionale. Un segnale chiaro, nell’anno preolimpico dove saranno assegnati i primi pass a cinque cerchi per Tokyo 2020, di come il mondo remiero consideri il Memorial uno step centrale della propria strada verso l’Olimpiade giapponese.

Il FISA TRAINING CAMP A PIEDILUCO: Come oramai consuetudine a Piediluco si sta svolgendo il tradizionale FISA Training Camp che si concluderà con le finali del Memorial Paolo d’Aloja di domenica 14 aprile. Al Training Camp, che sarà diretto da Gianni Postiglione, Fisa Development Coaching Director, coadiuvato dagli allenatori FISA Fayçal Soula, John Parker e dal Fisa Project Leader Paolo Mattana, parteciperanno 53 atleti appartenenti a Egitto, Monaco, Georgia, Marocco, Namibia, Tunisia, Uzbekistan, Zimbabwe, Cista d’Avorio, Togo, Singapore, Porto Rico, Benin e Libia. L’11 aprile, sempre a Piediluco si svolgerà, presso il centro di Preparazione Olimpica e Paralimpica di Piediluco, il Seminario per gli allenatori dei Pesi in via di sviluppo remiero aperto anche a tutti gli allenatori delle altre nazioni presenti e delle società italiane che hanno equipaggi in gara al Memorial Paolo d’Aloja. Il Seminario inizierà alle ore 11 e si protrarrà fino al termine dei lavori secondo il programma allegato.

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

ULTIME GARE DISPUTATE