Il Tabellino

UMBRIA- LOMBARDIA 0-4

UMBRIA: Cutolo (19'st Qoku), Baiano (17'st Carlatti), Battistelli, Biagioli (15'st Bernardini), Bunjaku, Buonanvolontà, Cutini (7'st Bevilacqua), Giombetti (22'st Viani), Ianni, Marietti (10'st Toscano). All. Danilo Velini

LOMBARDIA: Sala M., Zambelli (4'st Schiavo), Oliviero, Di Miceli (22'st Munzone), Colio (15'st Cereghini), Toma (20'st Sala R), Saracino (28'st Albertini), Mosconi, Silanos, Bonassi, Silba (17'st Di Pentima). All. Cristiano Gazzola

ARBITRO: Iustulin di Ciampino (Passeri e Degli Abbati di Roma 1)

RETI: 16'pt Zambelli rig., 24'pt Oliviero, 13'st Schiavo, 20'st Silanos

Finisce in semifinale l'avventura dell'Under 15 dell'Umbria, con la sconfitta contro la Lombardia. Escono tra gli applausi i ragazzi di Danilo Velini, che hanno dato tutto fino alla fine. Merito agli avversari che conquistano la finale. Al 5' subito la conclusione degli umbri con Biagioli ma è debole e si spegne sul fondo. La risposta della Lombardia è affidata ai piedi di Di Miceli ma Cutolo c'è. Lo stesso Di Miceli al 12' colpisce il palo. Al 16' si sblocca il parziale con Zambelli che trasforma il calcio di rigore concesso dal direttore di gara. Al 18' torna a farsi vedere l'Umbria: Giombetti costringe Sala all'intervento provvidenziale. Al 24' la Lombardia raddoppia con Oliviero che dalla distanza trafigge Cutolo. Al 31' ancora lombardi con Toma, che di testa colpisce alto sopra la traversa. Lo stesso Toma si ripete al 6' della ripresa, senza inquadrare lo specchio della porta. Al 13' arriva anche il tris con Schiavo. Comincia la girandola di cambi nell'Umbria, che non molla. Al 20' la Lombardia però trova il poker con Silanos che chiude definitivamente i conti. I ragazzi dI Velini non perdono la testa, al 27' ci prova su calcio di punizione Toscano, con Sala che para a terra. Al 28' l'ultima emozione della gara con Albertini, ma Quko è bravo a mettere in angolo. Festeggia la Lombardia che in finale affronterà la Toscana. I giovanissimi dell'Umbria escono a testa alta. Rimane l'amarezza per il risultato, ma anche la consapevolezza di aver dato il massimo e la soddisfazione di essere arrivati tra le prime quattro d'Italia.

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

ULTIME GARE DISPUTATE