Tutto si può dire meno che il pubblico del Pala Di Vittorio si sia annoiato in questa gara uno dei quarti di finale tra Ternana Femminile e Florentia. Girandola di emozioni che hanno fatto venire la pelle d’oca allo straripante Di Vittorio che a lunghi tratti ha trattenuto il fiato per la miriade di pali presi e le occasioni sprecate. Pronti via la Florentia sembra più in palla e lo dimostra soprattutto sulle seconde palle che verranno sistematicamente perse dalle rossoverdi dando il via ai contropiedi viola. Proprio su uno di questi, dopo neanche due minuti, è Marta che approfitta e spiazza Salinetti. Le Ferelle si lanciano all’attacco e qui inizia il festival delle occasioni sbagliati e i pali. Nonostante questo Lucileia fa uno pari con una giocata delle sue: stop finta di scaricare si gira e gol ad incrociare. 1-1 e sembra un preludio al sorpasso, così non sarà perché la partita ristagna con le Ferelle a cercare il vantaggio, ma poco precise sotto porta. A uno dalla fine un’altra seconda palla persa da il la a Renata per partire in contropiede e la numero nove non sbaglia. Sembra incredibile, ma si va a riposo sul risultato di 1-2.

Ripresa identica alla prima, anche se il cuore delle Ferelle è immenso e solo tre pali con almeno altrettante occasioni mangiate sotto porta fanno ritrovare la Florentia sull’1-3 con un altro gol di Renata. Dopo neanche quaranta secondi però si accende Tampa, sotto tono per buona parte della gara, e accorcia le distanze. Riparte la rincorsa delle Ferelle che a tre dalla fine sembra disperata infatti con il portiere di movimento è ancora Renata ad allungare a favore della viola sul 2-4. Disperata, ma non impossibile per Vanessa (oggi informato maxi) e compagne. Portiere di movimento e palla perfetta di Lucileia che Amanda deve solo spingere in rete. È il 3-4 a poco meno di due minuti dalla fine. A uno dalla fine stessa azione al contrario e sarà Lucileia che la butta dentro e fa 4-4. Il Pala Di Vittorio esplode in un misto di rabbia e gioia. L’ultimo sussulto è però di marca viola: Renata ruba palla e calcia al volo, palo clamoroso che dopo la serie di legni colpiti dalle Ferelle sembra sanatorio. Finisce così con il discorso rimandato al Pala Isolotto martedì sera in una gara che sarà già dentro o fuori.

Ufficio stampa - Foto Luca Pagliaricci

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

ULTIME GARE DISPUTATE