Basta promesse, Stefano Bandecchi stavolta vola basso. Intervenendo alla trasmissione "A campo aperto" in onda su TEF, il patron delinea strategie per il futuro e bilanci per la stagione appena conclusa. Si parte dalla pronuncia del Tar che ha dichiarato "improcedibile" il ricorso per ottenere il risarcimento per il mancato ripescaggio: "Lo Stato non è in grado di dire se abbiamo subito danni perché non c'è una graduatoria, come se avessimo dovuto farla noi. Una barzelletta che ci fa ridere. La vera beffa è stata questa" dice il presidente che conferma la scelta di non procedere con un ulteriore ricorso al Consiglio di Stato.

Nessun rimpianto per la mancata partecipazione ai playoff: "Mi ha fatto sorridere – dice Bandecchi – che il presidente della Viterbese Camilli abbia pensato che noi volessimo gufare. Io ero l'unico a tifare Viterbese, perché ritenevo che non avremmo meritato i playoff. Se vinci una sola partita e ti salvi per misericordia, è poco. Ai playoff avremmo fatto ridere". Molti rimpianti, invece, ce l'hanno i tifosi a vedere i risultati di tanti ex rossoverdi, ultimi in ordine di tempo Paolucci che ha riportato la B la Virtus Entella e Liverani che ha vinto il secondo campionato consecutivo a Lecce conquistando la Serie A: "In questo momento, non convalido nulla di quanto fatto dai miei collaboratori in precedenza. Ma non vuol dire che non abbiano spessore. Però, hanno sbagliato. Prendete la squadra di un anno fa. I calciatori che erano con noi, quest’anno hanno fatto bene. Liverani? Non c’era solo lui, in campo. C’erano anche altri calciatori nostri dello scorso anno. Lo stesso Bleve è in quel Lecce. Anche Tremolada è andato in serie A, con il Brescia. Calciatori di una squadra che lo scorso anno dicevate essere scadente, hanno fatto bene e molti hanno anche vinto i loro campionati. Ma molte cose fin qui fatte, sono state fatte male. Se io quest’anno sono diventato presidente, è proprio perché ciò che è stato fatto non andava bene".

Sulla stagione appena andata in archivio: "Pensavo – dice Bandecchi – che la Ternana di quest'anno fosse destinata a fare meglio. E' mancato l'atteggiamento. De Canio e Calori sono due tecnici che stimo molto. Calori non ha avuto il tempo tecnico per fare nulla e si è fatto schiacciare da una squadra in depressione, senza saper dare lo stimolo giusto. Gallo, invece, l'ho confermato per l'equilibrio che ha avuto. Ha preso uno spogliatoio disastrato, gli ha ridato serietà. Ha convinto i ragazzi a tornare ad allenarsi bene, li ha ricostruiti. Ci ha salvato proprio la preparazione fisica. Lui ha portato buon senso. Sono convinto che ci regalerà delle sorprese".

Per il futuro, dice Bandecchi, meglio pensare prima alla salvezza e poi ai sogni di gloria: "La squadra si allenerà fino al 31 maggio se non fino al 5 o 6 giugno, Poi, in vacanza una mesata e intorno al 10 luglio si ricomincia a lavorare. Per la nuova rosa, il direttore Luca Leone ha carta bianca, ma credo che potrà partire da una squadra che già esiste e andare a coprire le parti mancanti. Chi ha fatto male quest’anno, può fare un buon campionato il prossimo anno. Noi rimettereno a disposizione gli stessi capitali dello scorso anno".

Infine Bandecchi annuncia 1,8 milioni di euro di investimento su Ternanello per le strutture e il rifacimento dell'impiantistica con due campi regolari e un campo più piccolo. A questo si aggiungono i lavori all'Antistadio che sono partiti questa mattina per ripristinare il manto in sintetico e la semina sul campo del Liberati: "Il progetto Ternana, come vedete, va avanti. Anche se ha preso qualche schiaffone" chiosa il presidente.

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

Serie C gir.B
Squadra Pt G
Pordenone 73 38
Triestina 67 38
Imolese 62 38
Feralpisalò 62 38
Monza 60 38
Sudtirol 55 38
Ravenna 55 38
L. R. Vicenza 51 38
Sambenedettese 50 38
Fermana 47 38
Ternana 44 38
Gubbio 44 38
Albinoleffe 43 38
Teramo 43 38
Vis Pesaro 42 38
Giana Erminio 42 38
Renate 39 38
Rimini 39 38
A. J. Fano 38 38
Virtus Verona 38 38

ULTIME GARE DISPUTATE