Tridente qualificato e performante quello firmato Urbs Vetus, a caccia di punti tricolori sulla montagna bellunese. Punta centrale Michele Fattorini, con, a destra e manca rispettivamente Daniele Pelorosso e Filippo Ferretti. Fattorini rinfrancato dall’assoluto di Sarnano, proverà a sfondare al centro, dove troverà una resistenza molto accanita. Ci sono tutti i migliori, esclusi i due colossi impegnati nell’europeo, cui va aggiunto Denny Zardo, che torna alle salite al volante di una Norma. Macchina provata solo qualche giorno fa, ma non scopriamo certo oggi la facile adattabilità del pilota trevigiano a tutte le marche con le quali ha corso. Il motore di Michele, con la macchina sui cavalletti, ha cantato piuttosto bene, sicuramente meglio che nella salita marchigiana, anche se ha terminato al primo posto. L’anno scorso, al Nevegal, Fattorini perse il cofano motore subito dopo la partenza, con l’aerodinamica che andò a farsi benedire. E’ un altro motivo per provare a far meglio. Daniele Pelorosso tenterà di ripetersi, essendo, proprio lui, a detenere il record della categoria E1 sul tracciato bellunese. Un percorso con il quale, nel 2018, trovò subito grande confidenza. La classe 2000 è molto numerosa, sono iscritti piloti con macchine importanti, per un confronto che esalta Daniele, voglioso di misurarsi con i migliori del lotto. Anche la sua Clio, dopo Sarnano, è stata completamente svestita, alla ricerca dei perché sul non ottimo funzionamento di alcuni particolari. Si sa, la vettura di Daniele è estrema, per cui alla Kedda si è lavorato con la massima attenzione. Altra macchina targata Kedda, la Radicale 1400 di Filippo Ferretti. E’ l’under del gruppo, ma ha sempre dimostrato come, calata la visiera, non abbia nulla da invidiare a piloti più esperti. L’anno scorso fu ottimo secondo, la macchina è stata alleggerita e migliorata, c’è parecchia curiosità per vedere cosa riuscirà a fare, tenendo presente, anche nel suo caso, la qualità dei piloti e delle macchine che competono con lui nella classe 1400. Si corre domenica mattina, il percorso, da ripetere due volte, misura 5500 mt. La partenza è posta ad un’altezza di 447 mt. s.l.m., l’arrivo è situato a quota 1004.

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

ULTIME GARE DISPUTATE

Serie C gir.C
4a di campionato, 15/9/2019
Ternana - Monopoli 0 - 2
Eccellenza
2a di campionato, 15/9/2019
Orvietana - Lama 1 - 1
Gualdo Casac. - Narnese 0 - 1
Promozione gir. B
2a di campionato, 15/9/2019
Olympia Thyrus - San Venanzo 2 - 0
Montefranco - Athletic Bastia 0 - 1
Massa Martana - AMC 98 2 - 2
Clitunno - Romeo Menti 5 - 1
Campitello - Giove 2 - 0
Amerina - Petrignano 1 - 0