Bellissima gara per Danilo Petrucci nel Gran Premio di Francia, dove il ternano lo scorso anno si piazzò al secondo posto. Ancora podio per il ternano che si è piazzato alle spalle del "marziano" Marquez e del compagno di Ducati Andrea Dovizioso. Petrucci è scattato davanti al via poi è stato superato da Marquez e dopo qualche giro è stato costretto a cedere il passo al suo ex compagno di scuderia alla Pramac Jack Miller. Su Petrux poi hanno avuto la meglio anche Dovizioso e Valentino Rossi. Ad un certo punto si è ritrovato addirittura settimo scavalcato per qualche istante dalla KTM di Pol Espargaro. Dopo il sorpasso sullo spagnolo Petrucci ha ricominciato a girare forte.













Emozionante ed entusiasmante vederlo impegnato in un sorpasso irresistibile su Valentino Rossi. Il numero 46 più famoso del mondo se lo è visto passare davanti come una palla di cannone. Poi anche l'australiano Miller si è dovuto inchinare alla superiorità della perfetta simbiosi Petrucci-Desmosedici. Negli ultimi giri il ternano ha ingaggiato un bel duello con il Dovi, sorpassi e controsorpassi e alla fine il vice campione iridato è riuscito ad avere la meglio di pochissimo su Petrucci, al termine di una giornata in cui complessivamente la Ducati può sorridere con grande soddisfazione. E' il primo podio della stagione per Petrux che guadagna così 16 punti in classifica generale, consolidando la quinta posizione a quota 57. Prossima tappa del Mondiale domenica 2 giugno nel Gran Premio d'Italia al Mugello.













Le dichiarazioni di Danilo Petrucci a SKY Sport: "Per un momento ho pensato che non dovevamo fare come in Argentina qualche anno fa, quando Iannone stese Dovizioso. Vedevo la faccia di Dall’Igna sul codone di Andrea. È stato molto bello oggi. A inizio gara Marquez non aveva un ritmo esagerato, forse stava capendo le condizioni. Ho fatto degli errori e ho perso posizioni, finendo sesto e allora poi sono andato a riprenderli. Andrea è un po’ più veloce in accelerazione e non riuscivo a passarlo. Voglio ringraziarlo, perché questo podio è anche un po’ merito suo. Lui mi ha praticamente adottato a Forlì, gli scrocco tutto. Mi dà tanto come consigli e stile di vita. Ci ho provato senza risparmiarmi. Ovviamente non ho fatto l’ingresso brutto, non ho cercato di portarlo fuori… Lui mi dice di non affliggermi tanto, di non pensare troppo al futuro. È una bravissima persona. Sono andato a vivere a Forlì, stiamo quasi sempre assieme e mi aiuta moltissimo. Cerco sempre di rubargli qualcosa per migliorare. Vedere Andrea che carica la mia moto da cross quando ci andiamo ad allenare non è da pilota che si gioca il Mondiale. Tra Argentina e Austin sono migliorato, però non sono stato della partita come a Jerez e Le Mans. Adesso ci sono gare che potrebbero essere positive per noi. Il podio ci fa bene, al Mugello arriviamo carichi e sarebbe bello arrivare più in là di un posto… La Honda con Marquez sta facendo la differenza adesso, però sono contento della mia moto".

Classifica piloti dopo Le Mans: Marquez 95, Dovizioso 87, Rins 75, Rossi 72, Petrucci 57, Miller 42, Crutchlow e Morbidelli 34.

Foto: Dovizioso e Petrucci (©Getty Images)

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

ULTIME GARE DISPUTATE

Serie C gir.C
4a di campionato, 15/9/2019
Ternana - Monopoli 0 - 2
Eccellenza
2a di campionato, 15/9/2019
Orvietana - Lama 1 - 1
Gualdo Casac. - Narnese 0 - 1
Promozione gir. B
2a di campionato, 15/9/2019
Olympia Thyrus - San Venanzo 2 - 0
Montefranco - Athletic Bastia 0 - 1
Massa Martana - AMC 98 2 - 2
Clitunno - Romeo Menti 5 - 1
Campitello - Giove 2 - 0
Amerina - Petrignano 1 - 0