È trascorso meno di un mese dal giro di boa del Campionato Italiano Major e siamo già pronti per un altro weekend di divertimento e motori. Era il 16 giugno e in una bollente Farini (PC) si consumava il terzo atto della stagione duemiladiccianove del tricolore più spensierato del nostro panorama sportivo. Dall’Emilia Romagna, l’Enduro Major si sposta ora in Centro Italia, e più precisamente nella bella e verde Umbria con la cittadina di Piediluco (TR), già sede di numerose manifestazioni offroad a livello nazionale e mondiale, pronta ad accogliere 245 iscritti del tricolore, al quale si aggiungeranno per l’occasione circa 50 piloti del Campionato Regionale. Numeri importanti per il circus dell’Enduro, che affida agli uomini del Motoclub Racing Terni l’organizzazione di questo evento che andrà in scena domenica 7 luglio. I ragazzi di Ortenzio Sanguinato hanno allestito due prove speciali, una più bella ed affascinante dell’altra. Si inizierà con l’Enduro Test che sarà caratterizzato da sottobosco e roccia, per poi passare al Cross Test, disegnato su una collina e ricca di sali e scendi. Terminate le fatiche delle due prove speciali si rientrerà al Paddock per la conclusione del giro. A differenza delle altre prove, per questa tappa ci sarà una novità assoluta: il C.O. assistenza sarà uno solo. Una volta partiti infatti, i riders al via non avranno tappe intermedie nel percorso; affrontati tracciato e prove speciali si farà rientro al Paddock per la chiusura del giro e la sosta. Il tutto sarà da ripetersi per tre volte, come di consueto.

In attesa dello start di domenica mattina, previsto per le 08.30, i partecipanti ed accompagnatori potranno rilassarsi sulle rive del Lago di Piediluco partecipando alla tradizionale “Festa delle Acque”, in programma proprio questo fine settimana. La manifestazione avrà il suo culmine proprio la notte del 6 luglio quando si svolgerà la sfilata notturna delle barche allegoriche e l’incomparabile Spettacolo Pirotecnico con i fuochi d’artificio che si rifletteranno sulle acque del lago. Le origini della festa sono antichissime: sin da epoca remota le genti del Lago omaggiavano il Sole, fonte e simbolo principale della vita e del divino e con esso esaltavano i poteri della luce e del fuoco, dell’acqua e della terra, delle erbe e dei fiori.

Spostiamo ora l’attenzione al campionato. Dopo tre prove svolte (Villanova d’Albenga, Fanna, Farini) la situazione in tutte le categorie è ancora molto aperta, con distacchi minimi. Tuttavia potremmo festeggiare qualche nuovo campione italiano già a Piediluco. Tra i più papabili Manuel Bana, che guida attualmente la categoria 250 4t Master con 60 punti contro i 43 del suo diretto avversario Gabriele Sanguineti.

Oltre alle battaglie per il tricolore, a Piediluco si consumerà anche la quarta prova del Challenge KTM Enduro Major. Tra i riders in orange, battaglia più che aperta nella Major con Francesco Sibelli al comando per soli due punti su Luca Politanò e tre su Damiano Incaini. Nella Veteran Marco Petracca guida la classifica con punteggio pieno di 60 lunghezze; il pilota del Motoclub Azeglio potrebbe aggiudicarsi il Trofeo con una gara di anticipo grazie ai 18 punti che lo separano attualmente da Giampiero Granocchia. Terzo posto per Ubaldo Mastropietro.

Venerdì sera presso la sede del Coni di Terni alle ore 20.00 si svolgerà il Convegno “Enduro/Territorio: una regola chiara che intende il diritto e il dovere. Può esistere una convivenza ed una condivisione del territorio?”

Saranno trattati gli aspetti normativi e di comune interesse inerenti le attività sportive (agonistiche e di turismo) che esistono sul territorio regionale nonché le modalità di interazione tra i pubblici uffici e gli organizzatori locali affiliati al Coni ed FMI. Al meeting interverranno Tony Mori, Coordinatore Dipartimento Politiche Istituzionali – FMI, Rocco Lopardo, Presidente Commissione Turistica Nazionale FMI, Col. Claudio D'Amico, Gruppo Carabinieri Forestale e Ing. Giancarlo Strani, Commissione Ambiente FMI.

Foto di Giovanni Chillemi

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

ULTIME GARE DISPUTATE