Sette campionati vinti, uno tra i Dilettanti e gli altri tra i professionisti. Un biglietto da visita niente male per Giuseppe Torromino, presentato oggi in conferenza stampa al Liberati insieme all'ultimo arrivato in casa rossoverde, Alessandro Celli.

L'attaccante arrivato dalla Juve Stabia in cambio di Boateng si presenta così: "Vincere non è mai facile, sono stato bravo e fortunato a giocare in squadre costruite per vincere ma anche in squadre come a Crotone nell'anno della promozione in Serie A dove l'obiettivo non era vincere. I proclami di inizio stagione poi devono fare i conti con le difficoltà. I presupposti ci sono, ma ci sono anche altre squadre che hanno speso molto e sono attrezzate. Girone C è storicamente quello più tosto, bisogna abbassare la testa e pedalare. Si è alzato molto il livello, anche negli altri gironi".

Rapida e veloce, quasi improvvisa, è stata invece la trattativa per lo svincolato Celli, ex terzino del Teramo: "Gli stimoli ci devono essere sempre e fanno anche bene. Gioco a sinistra con la difesa a quattro e cinque. Ero svincolato, mi sono allenato con un personal trainer a giugno e poi con una squadra vicino casa mia. Adesso mi dovrò integrare pian piano con il gruppo. La trattativa con la Ternana è stata veloce. Le mie caratteristiche sono principalmente tanta corsa, sono un giocatore più offensivo che difensivo, con Mammarella avrò da imparare".

Prime sensazioni positive per Torromino: "Il gruppo è affiatato e si vede che in ritiro hanno lavorato bene. Secondo me la Ternana è una squadra molto ben attrezzata e ci sono presupposti per fare un gran campionato. Dovrò capire bene cosa il mister mi chiede, ma da quello che ho visto le mie caratteristiche si sposano con questo modulo di gioco. Sono una seconda punta, non dovrebbero esserci problemi. Il nostro primo obiettivo sarà tenerci i tifosi dalla nostra parte. Ho giocato a Lecce con 25.000 tifosi, se i tifosi sono dalla tua parte ti danno molto".

Entrambi conoscono il Girone C, Celli per averci giocato nella Lupa Roma e Torromino con Lecce e Juve Stabia: "Girone difficile ma nulla toglie che dobbiamo impattare bene il campionato. Sono scesi parecchi giocatori da categorie più alte e anche gli staff tecnici sono molto preparati" dice Celli. Fa eco Torromino: "Potenza squadra tosta e organizzata, un buon test per cercare di capire se possiamo far parte del gruppo di testa".

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

Serie C gir.C
Squadra Pt G
Reggina 69 30
Bari 60 30
Monopoli 57 30
Potenza 56 30
Ternana 51 30
Catania 47 30
Catanzaro 43 30
Teramo 41 30
Virtus Francavilla 40 30
Avellino 40 30
Vibonese 39 30
Viterbese 39 30
Casertana 38 30
Cavese 38 30
Paganese 36 30
Picerno 32 30
Sicula Leonzio 29 30
Bisceglie 20 30
Rende 18 30
Rieti 15 30

ULTIME GARE DISPUTATE