"E' il primo test in cui ci troviamo di fronte un avversario diverso". Il 3-4-3 del Potenza di mister Raffaele cattura l'attenzione di Fabio Gallo che al termine dell'allenamento di rifinitura passa in rassegna il prossimo avversario delle Fere.

Domani al Liberati (ore 15) arriva il Potenza di mister Giuseppe Raffaele, rivelazione lo scorso anno del Girone C di Serie C dove arrivò quinto classificandosi ai playoff venendo poi eliminato dal Catania dopo due pareggi e che è partito con il piede giusto vincendo all'esordio contro la Casertana: "Un avversario che può metterci in difficoltà, gioca con il 3-4-3 con lo stesso allenatore. Hanno buona individualità e sono organizzati. E' un modulo difficile da affrontare ma voglio pensare che a Terni il Potenza si trovi in un catino incandescente".

A proposito, sarà una giornata particolare per i tifosi:
"Non ho parlato di questo con la squadra, il nostro obiettivo deve essere la partita. Ho chiesto alla società che a una certa ora i festeggiamenti lascino il campo sgombro per il nostro riscaldamento, ho una grande responsabilità e la sento".

Le condizioni di Paghera e Suagher? "Paghera ha recuperato dal problema al quadricipite destro e potrebbe essere a disposizione. Suagher è convocato perchè si è fermato Mucciante quindi lo porto in panchina. Anche Marilungo è recuperato. Ho qualche dubbio di formazione anche in difesa e a centrocampo. La forza di questa squadra deve essere che nessuno si deve mai sentire sicuro di giocare".

Ben dieci sono i mancini in rosa: "L'ho già detto, è un aspetto che mi piace. A Como ne avevo sei, altre volte capita di non averne nessuno".

Sul mercato che si chiude lunedì 2 settembre alle ore 22: "Ormai mancano pochi giorni, il direttore sa benissimo che è inutile parlare oggi".

Ternana e Gallo, legame a lungo termine? "Il calcio è figlio dei risultati, vincere non è facile ma dobbiamo fare un campionato da protagonisti".

Bandecchi è tornato a spendere buone parole per Gallo: "Lo scorso campionato mi ha dato grande fiducia e la fiducia è intatta, il presidente vede un'identità di squadra e come stiamo lavorando. Sta a me fare in modo di camminare ancora insieme".

L'aspetto che piace di più?
"Ogni giorno vedo la stessa identità, è l'aspetto che mi gratifica maggiormente. Si può perdere ma bisogna essere pronti a vincere la partita successiva. E' una squadra completamente diversa nella costruzione delle caratteristiche dei giocatori, non parlo di come è stata costruita la squadra l'anno scorso. Se siamo più o meno forti sarà solo il campo a dirlo".

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

Serie C gir.C
Squadra Pt G
Reggina 69 30
Bari 60 30
Monopoli 57 30
Potenza 56 30
Ternana 51 30
Catania 47 30
Catanzaro 43 30
Teramo 41 30
Virtus Francavilla 40 30
Avellino 40 30
Vibonese 39 30
Viterbese 39 30
Casertana 38 30
Cavese 38 30
Paganese 36 30
Picerno 32 30
Sicula Leonzio 29 30
Bisceglie 20 30
Rende 18 30
Rieti 15 30

ULTIME GARE DISPUTATE