Le buone notizie per Fabio Gallo alla vigilia del match con la Casertana arrivano dall'infermeria.

Rientrano Furlan e Salzano. Ma il mister si prende ancora qualche ora di riflessione per formazione e modulo: "Partipilo e Furlan, cioè i trequartisti, sono appena rientrati. Ma di positivo c'è la mentalità vista a Catanzaro, la qualità di gioco e le idee di calcio" sottolinea il mister. A disposizione anche Bergamelli e questo dà a Gallo una certa abbondanza in difesa dopo il ritorno di Sini che a Catanzaro ha ricordato "quanto sia importante avere in squadra un difensore capace di costruire gioco da dietro".

Con Torromino e Partipilo ci sono alternative anche in attacco. Importante visto poi che mercoledì si torna in campo a Siena per la Coppa Italia: "Ma non voglio forzare il rientro di nessuno, perchè poi potrebbe essere peggio. Valuteremo anche in base alle caratteristiche. Ferrante e Marilungo sono più attaccanti d'area di rigore, come Vantaggiato, rispetto Partipilo e Torromino che sono più di movimento". Stesso discorso a centrocampo: "Damian preferisce giocare a sinistra, c'è anche Salzano e pure Defendi. Salzano è rientrato giovedì, ma sta bene come gli altri".

Calendario fitto, anche troppo: mercoledì a Siena in Coppa Italia e poi subito in campo sabato con la Cavese: "Credo sia dovuto a motivi televisivi, penseremo alle partite e al recupero. La Cavese non so per quale motivo ha rifiutato lo spostamento della partita alla domenica, ho assisito alla telefonata e non ho capito sinceramente. Andiamo avanti e faremo il massimo, anche se non mi fa piacere. Non sono preoccupato sul lato tattico: i ragazzi apprendono velocemente, ormai hanno un ampio bagaglio di situazioni da leggere e in questo senso sono sereno. Mi preoccupa la stanchezza, il viaggio e il recupero. Però anche a Catanzaro ero preoccupato per il lato fisico, invece nel secondo tempo dopo un leggero calo la squadra è venuta fuori su un campo molto pesante. Avremo tempo per rilassarci, i ragazzi devono spingere ancora tanto ma di questo non sono preccupato. I complimenti ricevuti dai giornalisti e dal pubblico di Catanzaro? Mi hanno fatto piacere, mi aspetto sempre purezza nel giudizio. Le prestazioni della Ternana sono sempre state all'insegna di una precisa idea di gioco, in casa e fuori".

La Casertana è una squadra che ha carattere e sicuramente venderà cara la pelle: "Hanno un buon gioco, noi dobbiamo fare al massimo come sempre per vincere. intensità, qualità e attenzione. Lo spirito deve essere quello di chi fa la partita, come è stato a Catanzaro. Con la stessa consapevolezza, che si respirava anche prima della partita e poi si è vista". Inevitabile la domanda sulla Reggina capolista: "La usiamo come stimolo per fare il massimo, prendere più punti possibili e poi vedere che succede". Rinforzi a gennaio? "Vedremo con il direttore nei tempi e nei modi giusti". Bandecchi? "Abbiamo parlato a fine partita a Catanzaro, era soddisfatto". Ultima battuta sul rinnovo di Celli: "E' venuto subito a cercarmi e ho capito dal suo sguardo cosa stava per dirmi. E' un punto di partenza, sta facendo bene ma deve continuare".

foto Stefano Principi

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

Serie C gir.C
Squadra Pt G
Reggina 69 30
Bari 60 30
Monopoli 57 30
Potenza 56 30
Ternana 51 30
Catania 47 30
Catanzaro 43 30
Teramo 41 30
Virtus Francavilla 40 30
Avellino 40 30
Vibonese 39 30
Viterbese 39 30
Casertana 38 30
Cavese 38 30
Paganese 36 30
Picerno 32 30
Sicula Leonzio 29 30
Bisceglie 20 30
Rende 18 30
Rieti 15 30

ULTIME GARE DISPUTATE