E' stata senza dubbio un'annata da incorniciare per Danilo Petrucci, la prima in MotoGP da pilota in un team ufficiale. Il 2019 verrà ricordato dal pilota ternano anche come l'anno della sua prima vittoria: al Mugello, nel Gran Premio d'Italia davanti al compagno di scuderia Dovizioso e al pluricampione mondiale Marquez. Sesto posto nella classifica finale del Mondiale dopo aver occupato per lungo tempo la terza posizione. Questo l'unico rammarico perché la seconda parte di stagione non è stata all'altezza della prima.

Ma appaiono ingiuste ed esagerate alcune critiche per i risultati inferiori alle attese ottenuti da Petrucci nella fase discendente del Mondiale. Anche perché il calo ha coinvolto la stessa Ducati, dovuta anche al miglioramento notevole delle altre marche al vertice.

Il ternano, vale la pena ricordarlo, è tra i quattro piloti che hanno vinto almeno uno dei Gran Premi lasciati dal cannibale Marquez (12 vittorie) insieme a Dovizioso, Rins e Vinales, facendo meglio di uno come Valentino Rossi (nessuna vittoria e 7° posto in classifica).

A parte l'emergente Quartararo, unica grande novità della MotoGP 2019, che però nonostante diverse pole position non è mai arrivato primo, non si intravedono altri piloti all'altezza delle prestazioni complessive di Petrucci. Qualcuno lo voleva addirittura disarcionato dalla moto di Borgo Panigale con tanto di ritorno alla Pramac. Ma oggettivamente quanti Gran Premi ha vinto l'eventuale sostituto Jack Miller? In classifica è arrivato o no alle spalle di Petrux?

E' chiaro che il 2020 sarà un anno particolare per il ternano che, al pari di Dovizioso, ha il contratto in scadenza in un mercato piloti che si preannuncia molto caldo in casa Ducati, a caccia addirittura del grande colpo che si chiama Marc Marquez. Una stagione da vivere senza apprensione, ma con la giusta carica e consapevolezza dei propri mezzi per Petrucci. Il 23 gennaio a Bologna il primo appuntamento con la presentazione ufficiale del Team Ducati 2020. La prima gara è in programma per l'8 marzo in Qatar, prima tappa iridata delle 20 in calendario visto che è stata aggiunta la data dell'11 luglio con la novità del Gran Premio di Finlandia.

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

ULTIME GARE DISPUTATE