Per la prima volta anche il premier giapponese, Shinzo Abe, apre ad un eventuale rinvio delle Olimpiadi. Repubblica riporta le parole di Abe: "Priorità alla salute degli atleti". I giochi quindi non si terranno dal 24 luglio al 9 agosto. Ma cancellare l'evento sarebbe una catastrofe economica, lo slittamento limiterebbe i danni. Ed ecco che punta l'ipotesi autunnale: 9-25 ottobre. Ma non sarà facile mettere d'accordo tutti. Per la prima volta il Cio ha fissato una data (il 15 aprile) per una decisione definitiva. Se tenere i giochi in autunno, se nel 2021 come vogliono Canada, Germania e Australia, se addirittura nel 2022.

Il Cio avrà l'ultima parola sulla decisione finale, ha detto Abe aggiungento che "siamo d'accordo sul fatto che una cancellazione dell'evento non rappresenta un'opzione". Rinviare le Olimpiadi rispetto la data prefissata luglio 2020 è anche la richiesta della federazione internazionale di atletica leggera. Ma dopo le esortazioni dei comitati olimpici e delle federazioni sportive straniere - dal Brasile alla Norvegia, all'Olanda - Canada e Australia hanno annunciato la non partecipazione ai Giochi di Tokyo a meno che non slittino al 2021. Ed il rinvio al 2021 è stato chiesto anche dal comitato olimpico tedesco.

L'ipotesi 9-25 ottobre 2020 sarebbe ideale per il clima ma ottobre negli Usa è la stagione di baseball, football americano e Nba e la concomitanza olimpica sarebbe un problema per le tv. In Europa ci sono campionati di calcio e coppe europee anche se il calcio, almeno quello maschile, è sempre abbastanza marginale di Giochi. Si slitterebbe quindi al 2021, ma anche qui sorge un problema non da poco. Il 2021 è l'anno dei Mondiali di atletica, in programma ad Eugene, Oregon, Usa, dal 6 al 15 agosto e dei Mondiali di nuoto, in calendario dal 16 luglio al 1 agosto a Fukuoka, Giappone.

Mentre nel 2022 sono in programma le Olimpiadi invernali a Pechino in febbraio ed i Mondiali di calcio in Qatar. Per cominciare a capire come sciogliere il rebus è in programma domani, martedì 24 marzo, un summit fra il Cio e l'associazione delle Federazioni olimpiche estive.

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

ULTIME GARE DISPUTATE