Alla fine sarà il Consiglio Federale, a seguito delle decisioni del Governo, a decidere sul futuro dei campionati di calcio anche se l'emergenza coronavirus ha di fatto acuito le differenze tra i professionisti e la galassia dei dilettanti. A rimarcarlo uno dei presidenti del campionato di Eccellenza umbra nel corso della videoconferenza alla quale hanno partecipato il numero uno della Lega Nazionale Dilettanti Sibilia e quello del C.R.U. Repace, con una simpatica metafora: "paragonarci ai professionisti è come paragonare chi va su Marte con lo Shuttle e chi ci vuole andare con la Ryanair". Al di là della battuta è evidente che il calcio non può essere trattato nella stessa misura tra chi si quota in borsa e chi basa l'attività sul volontariato. Nell'incertezza del momento c'è stato un messaggio rivolto al futuro nell'intervento, segnato a un certo punto anche dalla commozione, del presidente della Narnese Paolo Garofoli:

"Questa è una grande opportunità per ripensare il mondo del calcio. Ho seguito la Domenica Sportiva nei giorni scorsi. Parlavano di problemi presenti e futuri e ho ringraziato il cielo di far parte del calcio dei dilettanti. Il mondo dei dilettanti è diverso da quello dei professionisti, anche se qualche volta lo scimmiottiamo e in questo momento di crisi è doveroso cogliere l'opportunità per migliorare quanto di buono è stato fatto finora. Non dobbiamo distruggere infatti quanto di buono è stato fatto fin qui, ci è stato rovinato il campionato più bello degli ultimi anni ma non possiamo ripartire. Essendo sportivi non molliamo mai e penso a quando torneremo sui campi ad abbracciarci, esultare e perché no anche ad arrabbiarci per un calcio di rigore non concessoci".

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

Eccellenza
Squadra Pt G
Tiferno 44 23
Spoleto 41 23
Narnese 38 23
Orvietana 37 23
Nestor 37 23
Trasimeno 35 23
Sansepolcro 35 23
Pontevalleceppi 33 23
Lama 32 23
San Sisto 29 23
Castel del Piano 29 23
Assisi Subasio 28 23
Ducato 27 23
Angelana 26 23
Gualdo Casac. 14 23
Ellera 11 23

ULTIME GARE DISPUTATE