Anche per gli atleti del canottaggio, dopo un lungo periodo di lockdown, è ripresa l’attività remiera alla sede di Piediluco del Circolo Lavoratori Terni.
Dopo tre mesi in cui i nostri atleti si sono improvvisati canottieri “di terra”, ciascuno nella propria abitazione, con remoergometri e pesi nella propria camera da letto, dal 3 giugno hanno finalmente potuto riprendere l’attività remiera all’aperto, seppur con il vincolo iniziale di poter remare solo in barche singole; vincolo che tuttavia è stato finalmente rimosso il 25 giugno scorso, quando è stato concesso, a livello nazionale, il permesso di riallenarsi in barche multiple. Sembra quindi esserci un progressivo, lento e tanto atteso riavvicinamento alla normalità per questi atleti che, vista improvvisamente interrotta la preparazione per Campionati Italiani e Campionati del Mondo, vogliono farsi trovar pronti per i prossimi appuntamenti sportivi.

Fonte e foto: Circolo Lavoratori Terni

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

ULTIME GARE DISPUTATE