Uniscono le forze due affermate realtà del calcio giovanile ternano. Avviato il progetto di fusione tra l'ASD San Giovanni Bosco e lo Junior Campomaggio Collescipoli che confluiranno a tutto tondo, staff tecnici e dirigenziali, organici e impiantistica, nella nuova associazione denominata SSD Atletico Calcio Terni. Una collaborazione presentata questa mattina nella sala consigliare della Provincia, a Palazzo Bazzani, in una conferenza stampa nel corso della quale il presidente della San Giovanni Bosco Maurizio Dominici e il direttore generale dello Junior Campomaggio Maurizio Sisti hanno illustrato alcuni dettagli e le finalità dell'operazione, alla presenza del vice presidente vicario del Comitato Regionale Umbro della FIGC Giampiero Micciani. Presenti anche Don Paolo Carloni che dopo 27 anni a Campomaggiore è stato nominato parroco della chiesa dell'Immacolata Concezione e Andrea Vitali che ricopre la carica di vicepresidente della SGB insieme a Michele Carotenuto. Per un precedente impegno non c'era il presidente della Provincia Giampiero Lattanzi che ha mandato un messaggio di buon lavoro ai dirigenti della neonata società, che a loro volta lo hanno ringraziato pubblicamente per la concessione della Sala del Consiglio provinciale.

CALCIO E SOCIALE
Il nuovo sodalizio nasce - è stato detto - con lo scopo di dare una prospettiva ai ragazzi dei due territori, Campomaggiore e zona Polymer, non solo per gli aspetti strettamente calcistici ma anche a livello sociale, alla luce anche dei recenti fatti tragici che hanno colpito la comunità ternana. Ma la nuova associazione si rivolge a tutta la città ponendo sullo stesso piano l'aspetto tecnico e quello educativo. Per l'aspetto tecnico poi è giusto che i ragazzi si vogliano misurare e competere, senza spingere e andare oltre le naturali ambizioni. Il nuovo soggetto insomma ha l'intenzione di proporsi come esempio virtuoso di calcio giovanile che rivolge un messaggio positivo ai ragazzi che hanno bisogno di sentirsi coinvolti nelle attività sportive. Prossimamente verrà definita la composizione del Direttivo con i vari ruoli. Per l'aspetto tecnico ci si affiderà a professionisti di rilievo.

LE SQUADRE
L'accordo prevede l'allestimento di squadre che andranno dalla categoria Esordienti agli Allievi, in particolare questi ultimi parteciperanno al campionato Regionale A2. Resterà indipendente la Scuola Calcio Riccardo Zampagna responsabile tecnico dell'ASD San Giovanni Bosco. Così come le collaborazioni con Atalanta e Frosinone.

IMPIANTISTICA
A disposizione ci sono due campi da 11 in erba naturale di via Narni, i due campi in sintetico (a 5 e 9) a Campomaggiore e inoltre sarà possibile usufruire del "Diego Bianchina" nella collaborazione instaurata con il CSI che si è appena aggiudicato l'uso e la gestione dell'impianto per 10 anni con l'obiettivo di aumentare il numero di strutture.

L'INTERVENTO DI GIAMPIERO MICCIANI
"Sono contento che due società ternane si parlino, percorrere la strada insieme è un segnale positivo perché non dobbiamo nasconderci che il tasso di natalità scende e le risorse economiche scarseggiano. Mi fa piacere che la gestione tecnica verrà affidata a persone molto competenti. Mi dispiace per l'assenza dei rappresentanti dell'Amministrazione comunale perché volevo chiedere ancora una volta quali sono le loro intenzioni riguardo l'impiantistica, anche in considerazione della funzione sociale delle nostre società del calcio dilettantistico".

L'INTERVENTO DI DON PAOLO CARLONI
"Il mio è un augurio perché questa fusione sia di stimolo per tutta la città. La guerra tra poveri non ha senso, al di là dei campanilismi e dell'acquisizione degli spazi che diventano secondari. E' bellissimo come si sia ricordato qui che le attività sportive nel passato venivano svolte nelle parrocchie, negli oratori. I tempi a disposizione dei ragazzi sono cambiati e dobbiamo però continuare a fare il meglio possibile per loro come è rimasto d'altra parte dagli insegnamenti di Don Bosco. Dobbiamo sempre pensare che dietro a un bambino c'è l'uomo di domani, l'impegno è di sconfiggere la solitudine morale dei ragazzi consapevoli che il male se non può essere sconfitto può essere evitato. Ho la fortuna di essere legato a tutte e due le realtà. Non mi intrometterò mai negli aspetti tecnici ma sarò il sassolino nella scarpa pronto a intervenire se si devierà anche minimamente dallo scopo principale".

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

ULTIME GARE DISPUTATE

Serie C gir.C
7a di campionato, 25/10/2020
Ternana - Foggia 2 - 0
Eccellenza
1a di campionato, 18/10/2020
Orvietana - Lama 1 - 0
Castel del Piano - Olympia Thyrus 2 - 1
Branca - Narnese 1 - 3