Per tanti anni è stato teatro di partite dei vari campionati regionali (foto del 2012), anche di settore giovanile, di calcio per merito soprattutto del presidente del sodalizio rossoblu Vito Bordoni. L'impianto sportivo di Molenano di Stroncone, attualmente in stato di abbandono, ora può tornare a vivere gli antichi splendori perché il Comune ha predisposto il bando per la riqualificazione e gestione dell'impianto stesso. La concessione prevista è di 15 anni dal valore stimato di 2,3 milioni di euro con un progetto di finanza. A base di gara c’è la proposta presentata dall’Ati formata dalla Polisportiva Ternana a.r.l. e la Sirme nord srl. Oltre al restyling di tribune e spogliatoi il progetto prevede la realizzazione di due campi in erba sintetica (da 11 e da 9).

La soddisfazione del sindaco di Stroncone Giuseppe Malvetani:
"Dopo circa un anno di lavoro (con 6 mesi di emergenza Covid nel mezzo), grazie all’impegno dell’Amministrazione e alla professionalità dell’Ufficio Tecnico, ha finalmente visto la luce questo bando per la riqualificazione e gestione dell’impianto sportivo di Molenano, il primo partenariato pubblico privato della storia del Comune di Stroncone. Un progetto ambizioso, pensato per restituire al nostro territorio un impianto che ha visto giocare e crescere centinaia di ragazzi e che da molti anni era stato abbandonato a se stesso. L’intervento prevede la realizzazione di due campi in erba sintetica di ultima generazione, uno a 11 ed uno a 9. Se tutto andrà come ci auguriamo, il terreno oggi pieno di rovi sarà presto un brutto ricordo".

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

ULTIME GARE DISPUTATE

Serie C gir.C
12a di campionato, 22/11/2020
Ternana - Teramo 3 - 0