Nell'intervento telefonico nel corso di "FereDiSera", la trasmissione di Tele Galileo condotta da Lorenzo Pulcioni, il centrocampista rossoverde Mattia Proietti ha commentato il successo di Bari spostando poi l'obiettivo sul prossimo avversario: la sua ex squadra, il Teramo che in classifica, grazie alla vittoria sul Catania, ha raggiunto al secondo posto proprio la compagine pugliese:

"A Bari eravamo convinti di fare questa prestazione e ce lo eravamo detto in settimana. Il mister ci ha chiesto di non snaturarci e di fare quello su cui lavoriamo dall'inizio. Andiamo sempre in campo per vincere, il pareggio non è nella nostra mentalità anche se non sarà semplice vincere sempre. Il mister batte molto sul fatto di migliorarci, di dare continuità ed ha ragione: i campionati non si vincono a novembre. La partita di Bari vale 3 punti come le altre. fa bene Lucarelli a farci ragionare in questo ordine di idee".

"Sì nel cerchio alla fine della partita ci sono stati tanti sorrisi, anche per un paio di battute del mister. E' un momento di distensione, dopo una partita importante che ha portato via tante energie anche a livello mentale. Dopo il bastone ci sta un po' di carota...abbiamo fatto una partita quasi perfetta. Dobbiamo migliorare come nella situazione del loro gol".

Proietti è un giocatore ritrovato dopo i problemi fisici che ne hanno condizionato largamente la scorsa stagione. Ha fatto grandi progressi e sta dimostrando di poter ricoprire molto bene il ruolo nella mediana a due. E' praticamente un nuovo acquisto che la Ternana aveva in casa:

"Purtroppo nello scorso campionato sono stato condizionato dalle problematiche al ginocchio e avevo anche rimandato troppo l'intervento al ginocchio. Sicuramente risolutivo, toccando ferro, non voglio cantar vittoria ma mi sento bene".

Poi sull'avversario di domenica prossima: "Con il Teramo sarà più difficile rispetto a Bari, per le caratteristiche e per il momento attuale che sta attraversando la formazione biancorossa. Un avversario molto pericoloso".

Sui tifosi: "Vedere lo striscione in superstrada dal pullman è stata sicuramente un'iniezione di fiducia. Sappiamo come i tifosi e la città ci siano vicini. Abbiamo sentito la loro spinta, anche se non erano presenti al San Nicola. Questa assenza del pubblico è un po' surreale ed è brutto dire mi sto quasi abituando. Ma il tifo è il cuore di questo sport, non se ne può fare a meno. Le emozioni che ti dà la gente durante la partita sono uniche. Mi auguro si possa tornare presto con la presenza dei tifosi negli stadi, significherebbe anche vedere di nuovo la luce in questa pandemia. Certo in questa situazione il fattore campo viene un po' meno, diverso sarebbe stato giocare a Bari con 20mila spettatori, ma anche per le squadre che vengono qui al Liberati. La condizione è uguale per tutti".

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

Serie C gir.C
Squadra Pt G
Ternana 33 13
Bari 26 12
Teramo 24 12
Turris 20 12
Catania 19 12
Catanzaro 19 12
Avellino 18 10
Juve Stabia 18 13
Foggia 18 13
Vibonese 16 12
Palermo 16 12
Monopoli 13 11
Paganese 12 13
Virtus Francavilla 11 13
Bisceglie 10 10
Potenza 10 13
Casertana 9 11
Viterbese 8 12
Cavese 5 12
Trapani -1 0

ULTIME GARE DISPUTATE

Serie C gir.C
13a di campionato, 28/11/2020
Vibonese - Ternana 2 - 3