Il Tabellino

ORVIETANA – NESTOR MARSCIANO 1–0

ORVIETANA: Frola, Lanzi (77’ Biancalana), Flavioni, Guinazu, Proietti (77’ Greco), Fapperdue, Di Patrizi (65’ Keita), Guazzaroni, Sciacca, Bracaletti, Vicaroni. All. Ciccone

NESTOR MARSCIANO: Baldoni, Nofri Onofri, Nofrini, Covarelli (61’ Szczesniak), Ciurnelli, Santantonio (54’ Polpetta), Sisani D., D’Ambrosio, Fastellini, Sisani M. (82’ Crocetti), Giabbecucci (89’ Vestrelli R.). All. Riccardo Caporali

Arbitro: Reali di Foligno (Foglietti – Innocenzi)

Marcatori: Bracaletti 95’

Espulsi: Nofri Onofri 50’ (N), Bracaletti 96’ (O) per doppia ammonizione

La dea bendata decide di abbracciare l’Orvietana che ringrazia. Decide il gol di Bracaletti, all’ultimo dei cinque minuti di recupero assegnati dal direttore di gara. Vero che la speranza è sempre l’ultima a morire ma, fino ad allora, non c’era stato alcun segnale che autorizzasse a pensar bene. I biancorossi di oggi sono riusciti a mettere insieme, in una volta sola, tutte le cose non belle che era parso non appartenessero alla prima della classe. Però hanno vinto ed è ciò che più conta, cosa non riuscita alla Narnese, ancora seconda ma con il fiato del Lama sul collo. Forse, per alcuni dei protagonisti, è giunto il momento di tirare il fiato e il vantaggio lo consente. C’era un centro campo nuovo, con Di Patrizi a galleggiare dietro le punte, posizione occupata, finora da Guazzaroni, arretrato con la Nestor, sulla linea mediana. Soluzione che, in apertura, era parsa funzionare bene, tant’è che Vicaroni, dopo dodici minuti, aveva mancato il vantaggio per questione di centimetri. La Nestor, giunta a Orvieto con tanta fame di punti, dopo qualche sbandamento iniziale, riusciva a introdurre quanto preparato. Pressing a tutto campo a precedere una schermatura più che buona davanti alla difesa. E, quando c’era da offendere ecco la scelta delle fasce, con Mattia Sisani a destra e Nofri Onofri sul versante opposto. Che creavano qualche grattacapo alla difesa biancorossa, non adeguatamente supportata dal consueto filtro dei centrocampisti e dal rientro degli attaccanti esterni. Primo campanello un cross di Sisani M. che scavalcava Frola, mancando, però, della finalizzazione vincente. Il portiere biancorosso era bravo ad opporsi con i piedi, dieci minuti dopo, a un nuovo tentativo di D’Ambrosio, interessante organizzatore del centrocampo marscianese. Nel frattempo, l’Orvietana rimaneva un po’ a guardare, faticando nel trovare le adeguate contromisure. Nella ripresa, partita sulla stessa falsariga, c’era lo strappo che poteva cambiare il resto della partita. Vicaroni lavorava bene sulla sinistra prima di servire Bracaletti, messo giù al momento di concludere. L’arbitro assegnava il penalty ma il portiere Baldoni era bravo a ribattere la palla calciata dal capitano. Se la partita della squadra è stata avara di contenuti, altrettanto ricco il pomeriggio di capitan Andrea. Già ammonito, immeritatamente, in precedenza, una volta sbagliato il rigore realizzerà il gol partita, manifestando la gioia togliendosi la maglietta che pagherà con il secondo giallo e l’assenza nella prossima partita. L’autore del fallo, Nofri Onofri, esagera con le proteste costringendo l’arbitro ad estrarre il secondo cartellino giallo. Con la superiorità numerica, Ciccone sceglie un atteggiamento più sfrontato: dentro Keita che rileva Di Patrizi. La cura non funziona perché alla squadra non riesce velocizzare la manovra provocando l’intasamento delle vie centrali che non giova per spedire palloni smarcanti a Sciacca e Vicaroni. Una nuova correzione in corsa arriva a tredici minuti dal novantesimo. Subentrano Greco, con l’incarico di dare più ordine alla manovra e Biancalana che la freschezza e la velocità per tamponare il nuovo entrato Polpetta e provare sortite sulla fascia. Quando il pronostico è orientato per lo zero a zero ecco lo spunto che fa la differenza a favore della prima della classe: Vicaroni, come nell’azione del rigore, serve Bracaletti che non sbaglia. Mancano quindici secondi allo scadere dell’ultimo dei cinque minuti di recupero e il Muzi si trasforma in una bolgia festante.

Foto Bastia Calcio

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

Eccellenza
Squadra Pt G
Orvietana 78 34
Lama 69 34
Narnese 68 34
Ellera 65 34
Pontevalleceppi 56 34
Sansepolcro 49 34
Nestor 48 34
Massa Martana 45 34
San Sisto 44 34
Castiglione Lago 43 34
Olympia Thyrus 42 34
Branca 41 34
Bastia 40 34
Angelana 37 34
Ducato Spoleto 35 34
Castel del Piano 33 34
Gualdo Casac. 20 34
F. Assisi Subasio 19 34

ULTIME GARE DISPUTATE