Il Tabellino

PONTEVALLECEPPI – ORVIETANA 2-1

PONTEVALLECEPPI (4-4-1-1): Biscarini; Dyrma, Giuliacci, Mattia, Covarelli; Dolcini (25’st Cicioni), Bernardini, De Iuliis, Polidoro; Dragoni; Buonavolontà. A disp.: Brachelente, Bucaioni, Puletti, Cancellotti, Franceschelli. All.: Lisarelli.

ORVIETANA (4-3-3): Frola; Lanzi (1’st Biancalana), Fapperdue, Guinazu (41’st Baci), Flavioni; Proietti (20’st Cotigni), Greco, Di Patrizi (12’st Keita); Bracaletti, Sciacca (36’st Barbini), Vicaroni. A disp.: Perquoti, Lombardelli, Cipolla, Simoncini. All.: Ciccone.

ARBITRO: Bartolucci di Città di Castello (Fiordi di Gubbio – Spena di Perugia).

MARCATORI: 6’pt Bracaletti rig.(O); 39’pt De Iuliis rig. (P), 35’st Dragoni (P).

NOTE: espulso al 30’ st Biancalana (O) per somma di ammonizioni; ammoniti: Dyrma e Mattia (P)

L’ultima partita del 2021, con l’Orvietana battuta dal PonteValleceppi, rende leggermente meno scintillante il Natale in casa biancorossa. La stella, quella più in alto, rimane, ad ogni modo, luminosa, perché il vantaggio sulla seconda, il Lama, si riduce di un solo punto. Sono otto, con quattordici gare ancora da disputare. Con il Pontevalleceppi la sorte ha premiato i ragazzini terribili di cui era imbottita la squadra di casa. Erano in dieci, tra campo e panchina, la metà nella formazione di partenza, due appena sedicenni uno dei quali subentrato in partita nei minuti finali. Vero è che le circostanze portano a fare “di necessità virtù” ma è giusto sottolineare il coraggio della Società ospitante. L’Orvietana era partita benissimo, con il rigore realizzato da Bracaletti dopo appena sei minuti, propiziato da un traversone del capitano per Vicaroni sul quale franava, letteralmente, Dyrma. Tutto sembrava filare per il verso giusto, con i biancorossi costantemente nella metà campo ospite ma poco decisi per l’atto conclusivo. Il pensiero, forse pure dei giocatori, indirizzava verso “è solo una questione di tempo” per il raddoppio. Il gioco calava d’intensità e c’erano un paio di sbandamenti difensivi per dare coraggio ai giocatori di casa, fino ad allora praticamente inermi. La parità, comunque inaspettata, giungeva dopo trentanove minuti, anche stavolta su rigore, propiziato dalla scaltrezza di De Juliis in un contrasto con Lanzi. Vicaroni, tre minuti dopo, mancava, per un soffio, l’appuntamento su un traversone perfetto di Flavioni. E Bracaletti, al cinquantesimo, centrava in pieno l’incrocio dei pali su calcio piazzato. Nel frattempo, Biancalana aveva rilevato Lanzi e, poco dopo, subentravano Keita per Di Patrizi e Cotigni al posto di Proietti. C’era anche l’illusione di un secondo penalty a favore per l’atterramento di Sciacca, vanificata dalla bandierina alzata dell’assistente. Appariva, chiara, l’intenzione del tecnico e dei giocatori di cercare il successo pieno, anche se, le azioni offensive sembravano difettare in linearità e coordinazione, favorendo il PonteValleceppi in qualche veloce ripartenza. Al minuto settantaquattro ecco l’ingenuità di Biancalana, già ammonito, che invece di tergiversare attacca fallosamente un avversario. Orvietana in dieci e nuova correzione d’assetto, improvvisata al momento, per le assenze di Guazzaroni e Nicodemo. Della quale approfitta Covarelli (2003), autore di una percussione in solitaria sulla fascia sinistra fino ad arrivare al cross per l’accorrente Dragoni che mette la palla alle spalle di Frola. L’Orvietana prova a reagire e Keita si presenta, solo, davanti a Biscarini .Il tocco finale pare una formalità e, invece, la palla termina, incredibilmente, a lato.
Dopo la partita, il tecnico, Gianfranco Ciccone spiega così le sostituzioni e fa la sua valutazione sulla partita:” Il cambio tra Lanzi e Biancalana, nell’intervallo, non era previsto ed è stato determinato dalla richiesta del ragazzo che denunciava problemi di respirazione. Keita è subentrato a Di Patrizi che m’era parso leggermente affaticato, Proietti ha richiesto, pure lui, la sostituzione in quanto stanco. Quanto a Sciacca, l’attaccante si è dovuto fermare per una contrattura, tant’è che ho poi tolto Flavioni per Baci, che è una punta, per cercare di pareggiare.
Quanto al risultato, l’ho visto come una soluzione, tutto sommato logica, a una settimana travagliata. Non abbiamo mai avuto la possibilità di allenarci tutti assieme, causa una serie di acciacchi. Che hanno tenuto fermi, tra gli altri, Greco, Keita, Nicodemo e lo stesso Sciacca. Come sai, il campo rispecchia sempre il lavoro della settimana. In quella appena trascorsa siamo stati impossibilitati a lavorare bene. Però, nonostante questo, non meritavamo la sconfitta. Il pareggio sarebbe stato il risultato più equo”.

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

Eccellenza
Squadra Pt G
Orvietana 78 34
Lama 69 34
Narnese 68 34
Ellera 65 34
Pontevalleceppi 56 34
Sansepolcro 49 34
Nestor 48 34
Massa Martana 45 34
San Sisto 44 34
Castiglione Lago 43 34
Olympia Thyrus 42 34
Branca 41 34
Bastia 40 34
Angelana 37 34
Ducato Spoleto 35 34
Castel del Piano 33 34
Gualdo Casac. 20 34
F. Assisi Subasio 19 34

ULTIME GARE DISPUTATE

Eccellenza
34a di campionato, 8/5/2022
Orvietana - Ducato Spoleto 1 - 1
Olympia Thyrus - Nestor 4 - 2
Narnese - Massa Martana 4 - 0
Promozione gir. B
33a di campionato, 15/5/2022
Vis Foligno - Amerina 0 - 0
Todi - Romeo Menti 0 - 0
Terni Est Soccer School - Viole 3 - 0
Superga 48 - Guardea 1 - 0
San Venanzo - Julia Spello 3 - 1
Montefranco - Petrignano 2 - 0
Montecastello Vibio - Campitello 1 - 5
AMC 98 - C4 Foligno 2 - 3