Recuperi da acuto per l’Italia ai Mondiali di canottaggio Under 23 che su 9 equipaggi supera il turno con sette. Tra questi sette che hanno superato il turno, in cinque vanno direttamente in finale e due in semifinale. Bene il Doppio maschile di Tommaso Molinari e Andrea Licatosi che vince la batteria davanti a Gran Bretagna e Australia e si qualifica per la semifinale. Non ce la fa l'Otto di Francesco Pallozzi che chiude al quarto posto e dovrà accontentarsi della finale B. Già qualificato per la finale il Quattro di coppia PL di Matteo Tonelli che ha vinto la propria gara di qualificazione e tornerà in acqua venerdì per le medaglie. I resoconti delle gare che hanno visto impegnati gli equipaggi dei canottieri ternani:

DOPPIO MASCHILE
Primo recupero – i primi tre in semifinale, gli altri in finale C: buona la partenza dell’Italia che, insieme a Gran Bretagna e Australia, si porta nel gruppo di testa per comporre le tre posizioni utili al passaggio. Ai 1000 metri è la Gran Bretagna a prendere la testa della corsa con l’Italia che rimane incollata all’Australia. Nella seconda metà di gara è però l’armo azzurro di Licatalosi e Molinari il più veloce in acqua e sul traguardo ingaggia una testa a testa con la Gran Bretagna in acqua esterna e in volata conquista la prima posizione. Il risultato: 1. Italia (Tommaso Molinari-CUS Pavia, Andrea Licatalosi-SS Murcarolo) 6.23.82, 2. Gran Bretagna 6.25.23, 3. Australia 6.29.19, 4. Grecia 6.41.42, 5. Taipei 7.06.14, 6. Giappone DNS.
Secondo recupero – i primi tre in semifinale, gli altri in finale C: 1. Uruguay 6.28.70, 2. Croazia 6.29.85, 3. Repubblica Ceca 6.29.87, 4. Norvegia 6.32.68, 5. Canada 6.32.94, 6. USA 6.33.11.

OTTO MASCHILE
Primo recupero – i primi due in finale gli altri in finale B: Cinque gli equipaggi in acqua nel recupero dell’otto, ma solo due di questo ripescaggio avranno la possibilità di entrare in finale e lottare per una medaglia. Tra questi l’Italia che però parte più in sordina rispetto agli avversari. A condurre nei primi metri di gara sono i colori della Romania, in acqua 6, seguita dalla Germania, con gli azzurri a metà gara in quarta posizione. Nella seconda parte di gara sono ormai le ammiraglie rumene e tedesche in vantaggio, con l’Italia che, nelle retrovie, ingaggia una lotta con il Canada per rientrare. Negli ultimi metri, il timoniere Capponi richiama gli otto azzurri che scatenano tutti i cavalli per recuperare sulla Francia ma non vanno oltre la quarta posizione, andando così solo in finale B. Il risultato: 1. Germania 5.33.07, 2. Romania 5.34.68, 3. Francia 5.38.69, 4. Italia (Victor Kushnir-CUS Ferrara, Federico Dini-SC San Miniato, Marco Felici-CC Aniene, Francesco Pallozzi-CLT Terni, Piero Gilli, Simone Pappalepore-CUS Ferrara, Alessandro Gardino, Emilio Pappalettera-SC Armida, tim. Emanuele Capponi-Fiamme Gialle) 5.40.40, 5. Canada 5.41.36.
Secondo recupero – i primi due in finale gli altri in finale B: 1. USA 5.34.92, 2. Polonia 5.38.89, 3. Repubblica Ceca 5.43.05, 4. Ucraina 5.45.65, 5. Estonia 5.52.50.

ALTRI ARTICOLI

CERCA NEL SITO

ULTIME GARE DISPUTATE

Serie B
1a di campionato, 14/8/2022
Ascoli - Ternana 2 - 1