Il Tabellino

VIRTUS – PONTEVECCHIO 76-58 (10-17; 20-11; 27-17; 19-13)

VIRTUS: Centonze, Metalla 29, Arra 1, Navarra 3, Finetti 7, Syku 6, Amadio 16, Piantoni, Inches, Macchioni, Barcaroli 4, Frolov 10. Allenatore: Pasqualini. Assistente: Bisceglia.

PONTEVECCHIO: Capponi 8, Casavecchia, Tomassini 15, Olivieri 12, Befani, Concia 8, Battistoni 3, Natali, Spagnoli 6, Rufini 5, Maggi 2. All. Contu.

Non poteva iniziare meglio il 2016 della Union Basket, che dopo le feste, condite e concluse dalla splendida serata dell’epifania, dove 300 persone hanno affollato il centro sociale Valenza, ha visto nella giornata di sabato il ritorno in campo dei ragazzi di coach Pasqualini e coach Bisceglia. E’ arrivata una splendida vittoria contro i quotati rivali della Pontevecchio, battuti nettamente con il punteggio finale di 76-58.

E dire che la partita era iniziata bene per i nostri ospiti, capaci di giocare un basket ordinato, fisico e soprattutto intelligente, anche grazie alle ottime individualità della squadra ponteggiana, con diversi ragazzi che si sono resi protagonisti in passato su parquet di altro e molto più alto livello. Si parte male si diceva, con un parziale di 9-2 che lasciava presagire i fantasmi dell’ennesima giornata difficile, soprattutto dopo la sconfitta inaspettata contro Ellera proprio in casa, prima delle feste. La truppa biancoverde però si è subito rialzata, prendendo il ritmo della gara ed alzandolo nettamente. Il cambio di dinamicità nella gara fa soffrire il quintetto ospite, che si vede sorpassato prima della sirena di metà gara.

Il terzo quarto comincia con gli effetti speciali targati Amadio, che sulla rimessa laterale lancia un segnale forte alla squadra, schiacciando a due mani in contropiede. L’adrenalina sale e la Virtus mette la freccia con il ritrovato Metalla che apre la scatola dalla lunga, segnando 12 punti nel solo parziale conditi da tre triple. Nell’ultimo quarto, ancora le folate di Amadio continuano a spaccare la difesa, trovando canestri nel pitturato ed un’altra bella schiacciata. Pontevecchio si preoccupa di coprire l’area, aprendo gli spazi per le triple degli esterni, con Navarra e Metalla altre due volte, a chiudere la gara. Alla sirena sarà 76-58, che è un risultato grande, contro una squadra davvero ben allenata e forte.

Un bello spot per la pallacanestro la gara di sabato, grazie a tutti i giocatori di entrambe le squadre, che hanno giocato una partita di livello, come se ne sono viste poche alla cupola negli ultimi anni. Ora sotto con il lavoro in palestra, per preparare la prossima gara contro Città di Castello fuori casa, non prima di aver incontrato i cugini spoletini dell’Atomika, che verranno a farci visita martedì sera, alle ore 20 alla Cupola. Speriamo di trovare una cornice di pubblico altrettanto numerosa e festante.

ALTRE NOTIZIE

CERCA NEL SITO

ULTIME GARE DISPUTATE