Per i biancorossi una domenica che merita essere incorniciata. Battono la Ducato in trasferta e approfittano dell’inciampo del Cannara su Casciola, giocatore della N.Gualdo che realizza la rete del pareggio al novantesimo. I punti da recuperare ora sono due, con lo scontro diretto al Muzi, ad autorizzare pensieri positivi. La gara odierna si presentava difficile, perché la Ducato arrivava da tre sconfitte ed era alla ricerca dell’affermazione di prestigio per organizzare la ripartenza. In partenza, infatti, i ducali hanno subito provato a forzare il blocco. Due calci piazzati risultati insignificanti, il magro bottino dell’arrembaggio. Diverso l’atteggiamento ispirato da Fatone, che aveva chiesto si badasse parecchio alla sostanza, un po’ meno alla forma. Da qui uno sviluppo della partita con poche occasioni, ma con pochissimi rischi per la porta di Perquoti, fatto salvo il brivido corso al 90’, quando una scivolata del portiere, sul cross della disperazione dei ducali, impediva allo stesso di impossessarsi della sfera ed era brava la difesa a sbrogliare la situazione. Ottima la prova di Polidori, in una prestazione generale al disopra della sufficienza, ma a risolvere la partita è toccato a Donati, bravissimo nel fiondarsi coi tempi giusti su un calcio dalla bandierina, siglando, al 56’, il gol partita.
Adesso inizia un nuovo campionato, col Cannara, teoricamente, meno tranquillo, e l’Orvietana, che, se continuerà a scendere in campo con le idee chiare sui modi di comportamento per raggiungere l’obiettivo designato, vede aumentare le probabilità di riuscita. Intanto, mercoledì, alle 14.45, c’è il primo antipasto. Il Cannara arriva al Muzi, per la partita di ritorno di Coppa Italia. All’andata è finita in parità, 1 – 1, con parecchie recriminazioni in casa biancorossa.

Il d.s. Matteo Porcari l’ha vista così: “Eravamo preparati per uno scontro difficile, quale poi si è rivelato. Abbiamo retto bene l’urto iniziale, per poi prendere in mano le redini della partita e mantenerne il controllo in maniera costante. La squadra si è mossa in modo armonico, con i centrocampisti a dare man forte alla difesa, peraltro impeccabile. Certo, in altre situazioni abbiamo sviluppato giocate migliori e concesso più allo spettacolo. Oggi era nostro compito curare i contenuti e i ragazzi hanno risposto al meglio. Siamo più maturi e non nascondo, da stasera, d’essere più ottimista per quello che potrà succedere d’ora in avanti. Ora proveremo a centrare la finale di Coppa Italia. L’eventuale successo, significherebbe un colpo ulteriore al morale del Cannara”.

ALTRE NOTIZIE

CERCA NEL SITO

Promozione gir. B
Squadra Pt G
Foligno 80 30
Ducato 67 30
San Venanzo 47 30
Viole 44 30
Giove 44 30
N. Gualdo Bastardo 39 30
Nestor 38 30
Assisi 38 30
Atletico Orte 38 30
Montefranco 37 30
Campitello 37 30
Todi 36 30
Clitunno 36 30
Olympia Thyrus 33 30
Oratorio SG Bosco 29 30
Cascia 16 30

ULTIME GARE DISPUTATE