Il Tabellino

PONTEVALLECEPPI - ORVIETANA 3-0

PONTEVALLECEPPI: Biscarini; Lazzarini, Vergaini, Battaglini, Politelli (43' st Silvioni); Dyrma (43' st Cicioni), Fanini, Cecchini; Urbanelli, Marri (32' st Betti), Monni (26' st Patoia). A disp: Guerri, Giambattista, Catoggio, Polidoro, Sinisi. All. Guastalvino

ORVIETANA: Sganappa; Dottarelli (26' st Terracina), Annibaldi, Lispi, Frellicca; Perquoti (1' st Mosconi), Cotigni, Bernardini, Liurni (15' st Castelletti); Missaglia; Polidori (36' st 18 Ricci). A disp: Massetti, Bianco, Gulino, Dida. All. Fiorucci (squalificato; in panchina Ciccone)

ARBITRO: Gallo di Castellammare di Stabia

MARCATORI: 10' pt Fanini, 11' st Marri, 28' st Urbanelli

Espulso: al 42' st Cotigni (O)

Ammoniti: Vergaini, Marri, Dyrma (P), Frellicca, Bernardini (O).

Per l’Orvietana è notte fonda. I tre gol a zero rimediati a Pontevalleceppi lo confermano e dicono anche che, se e quando ci sarà una ripresa, il cammino resterà, in ogni caso, difficile. Zero tiri nello specchio della porta, squadra molle e per niente reattiva, morale sotto le scarpe. I dati si commentano da soli e fanno sorgere qualche dubbio sull’assemblaggio dei protagonisti. Non è possibile, infatti, che tutti gli avversari diventino, improvvisamente dei marziani, come quelli odierni, che hanno fatto il buono e il cattivo tempo, nonostante la classifica che li proponeva nei quartieri dove staziona l’Orvietana. Che adesso è penultima e non può permettersi il lusso di rimanere staccata dal treno. Fiorucci, non in panchina causa squalifica, ha messo in campo un undici abbastanza simile a quello rivisto, con Dida assente per un problema ai flessori. La consegna era di non rischiare, distribuendo le energie per evitare tracolli nel finale di partita. Ma anche quella di metterci, ognuno, un po’ del suo, a prescindere da tutto il resto. Appena dieci minuti e arriva il primo crac, a togliere quel minino di certezze. I biancorossi subiscono la rete su azione da calcio d’angolo, lasciando Fanini libero di colpire, di testa, indisturbato. E se, nella circostanza non esistono colpe specifiche dei centrali, il proseguo della partita farà nascere qualche dubbio sulla loro ermeticità. Come perplessità giungono dalla zona di Frellicca, il quale, pur sempre indomito, non è sorretto da un’adeguata condizione. Che è poi lo specchio della realtà generale. Purtroppo, se con un lavoro adeguato la condizione arriverà alla sufficienza, le mancanze tecniche passano, pur sempre, per un ricambio degli uomini. Manca un centrocampista di riferimento, non c’è l’attaccante giusto per metterla dentro, non guasterebbe un rinforzo in difesa. Il resto è adattabile, se sorretto da un corrispondente spirito di sacrificio. Discorso difficile da mettere in pratica, ma da affrontare prima che sia troppo tardi. Quanto alle due reti subite nella ripresa, la prima è quasi tutto merito di Marri, autore di una grande giocata, sulla terza c’è lo zampino di Cotigni, per aver sbagliato un passaggio in fase di ripartenza. Un errore che ha condizionato pesantemente il ragazzo, portandolo a commettere un fallo di vera frustrazione nei minuti finali, pagato con il cartellino rosso.

ALTRE NOTIZIE

CERCA NEL SITO

Eccellenza
Squadra Pt G
Foligno 63 30
Lama 55 30
Sansepolcro 50 30
San Sisto 49 30
Narnese 41 30
Castel del Piano 38 30
Orvietana 38 30
Ducato 38 30
Spoleto 37 30
Pontevalleceppi 36 30
Assisi Subasio 36 30
Angelana 35 30
Ellera 34 30
M. Martana 34 30
Pontevecchio 28 30
Pievese 23 30

ULTIME GARE DISPUTATE