Si è chiuso tra tantissimi consensi il Primo Memorial Quinto Polegri, che l’Orvieto Fc ha organizzato per le categorie giovanili al PalaChecco di Lubriano, e che domenica 6 gennaio ha trovato la giusta conclusione nella giornata delle finali. Quarantacinque squadre, divise tra le varie categorie, che sono convogliate al Palazzetto da tutto il comprensorio laziale, toscano, orvietano, ternano e anche da Perugia.

“E’ andato tutto benissimo – commenta Gianfraco Cencioni, dirigente dell’Orvieto Fc, e tra i maggiori promotori dell’evento – da tutti punti di vista, numerico e qualitativo. Le quarantacinque squadre partecipanti sono state suddivise in cinque categorie, e ad un certo punto abbiamo dovuto chiudere le iscrizioni per far in modo di far scorrere agevolmente il torneo. Quindi, sì, ribadisco siamo contenti”.

Le finali, divise in due giornate, il 5 e il 6 gennaio, hanno visto tanta tenacia e voglia di vincere sul campo…

“Sono state tutte belle finali, e noi come Orvieto ne abbiamo vinta una, e su una siamo arrivati secondi. La categoria dei piccoli, che vedeva in campo i 2012, 2013 e 2014 ha visto prevalere il Viterbo contro il Campitello, in un torneo con 8 squadre. Per i 2011 la finale è stata tra Pro Alba Canino e il Fontebelvedere di San Casciano, con la vittoria dei primi, che hanno primeggiato su 10 squadre. I 2010 erano invece 12 squadre, e nella finale tra Viterbese e Alfina Fabrizio Lupi, si sono imposti i primi. Nei 2009, invece, c’è stata la vittoria dei nostri ragazzi allenati da Alberto Giorni e Alberto Schettini che si sono imposti sulla Viterbese in un torneo con 8 squadre. Eravamo in finale anche nei 2008, con la squadra allenata da Franco Picchialepri, Errico Porrini e Giovanni Simoncini ma in finale siamo stati battuti dalla Real Azzurra, e anche qui erano presenti 8 squadre”.

Folto anche il pubblico…

“In tutto il torneo abbiamo avuto un riscontro con più di 1.000 ingressi, assolutamente tantissimi genitori, e anche qualche appassionato e addetto ai lavori, con spalti sempre pieni e ricchi di entusiasmo”.

Ma la nota positiva arriva dal fair play dei piccoli, che fa ben sperare per il futuro dello sport…

“Il fair play che i bambini e i ragazzini hanno dimostrato è stato tanto inaspettato quanto bellissimo, ci sono stati tantissimi episodi, e quello che mi ha colpito di più o stato dopo una partita tra noi e il Real Sutri, vinta da noi, in cui un bambino è andato da uno dei nostri l’ha abbracciato e gli ha fatto i complimenti per la gara giocata”.

Tutti fattori che hanno fatto sì che la figura di Quinto Polegri fosse ricordata così come doveva…

“Assolutamente sì, per la felicità anche della famiglia che ha presenziato in particolare nella giornata della finale, con figli e nipoti di Quinto. Un’esperienza che sarà sicuramente ripetuta anche negli anni a venire”.

Non possono mancare i ringraziamenti…

“Ovviamente a tutte le società che hanno partecipato, precise, corrette, senza mai disguidi dell’ultimo momento, società che hanno fatto i salti mortali per esserci, nonostante avessero anche qualche problema di formazione. Al nostro presidente Lorenzotti che ha reso possibile questa iniziativa, che ne è stato fautore e promotore, al PalaChecco che ci ha ospitato, e ovviamente alla Figc, in particolare alla Sezione di Orvieto del presidente Gianluca Polegri, che è venuto molto spesso al Palazzetto, dimostrando come la Federazione, e anche lui stesso, tenesse a questo evento e infine a tutti i ragazzini, veri protagonisti di questo torneo. Ora chiudiamo pagina, ma stiamo già lavorando per la prossima edizione”.

ALTRE NOTIZIE

CERCA NEL SITO

ULTIME GARE DISPUTATE