Per i cronoman delle salite è giunto il momento dell’esame universitario. Si sale da Trento al Monte Bondone, su un tracciato tutta salita, lungo 17,3 Km. La gara più lunga d’Europa, seconda nel mondo solo alla Pikes Peak statunitense, dove Simone Faggioli fu grande protagonista nell’edizione 2018. Inutile ripetere che il tracciato trentino è altamente impegnativo, sia per le macchine come per i piloti, pronti a disertarlo avvalendosi della possibilità di scarto. Saranno 345 gli audaci, a concorrere per una classifica ambiziosa, stante la validità della Trento – Bondone, oltre che per l’italiano, anche per il campionato europeo. Obiettivo dei grandi, abbattere il muro dei nove minuti. Merli è arrivato ad un passo, sono pochissimi coloro i quali, storicamente, hanno infranto quello dei dieci minuti. Fra questi troviamo Michele Fattorini, il cui 9’24” staccato nel 2018, costituisce il quarto tempo assoluto della storica salita. Ottenuto, tra l’altro, con una sola salita di prova. Michele, dopo l’improvvisa rinuncia di Ascoli, prova a fare l’exploit sul tracciato che, come già detto, rappresenta l’esame di laurea per gli specialisti della salita. Va detto, che le gare del nord est italico l’hanno già visto più volte protagonista, con l’augurio di mantener la buona tradizione. Tra i probabili protagonisti spiccano i tre grandi, Faggioli, Merli e Zardo, ci sono gli “europeisti” Capucci e De Gasperi, oltre ad una nutrita e qualificata presenza straniera. Michele, stavolta, sarà il solo a sostenere il gonfalone orvietano, causa la rinuncia alla trasferta di Pelorosso e Ferretti. Daniele è, dei due, il più rammaricato, ma quando il lavoro chiama è indispensabile rispondere presente. Si aggiunga l’amarezza, per dover cedere, senza combattere, la prima posizione di classifica, da lui detenuta, al molisano D’Angelo, che è invece tra i partenti. Filippo poteva andare, chi lo supporta era d’accordo, ha deciso di testa sua, preferendo preparare bene la salita di Rieti dove, alla fine del mese, potrà essere protagonista. Nulla da eccepire sulla decisione del giovane, però, andando a leggere l’elenco degli iscritti nella classe dove milita il giovane orvietano, poteva essere l’occasione, per un risultato, comunque importante, in una competizione internazionale.

ALTRE NOTIZIE

CERCA NEL SITO

ULTIME GARE DISPUTATE

Serie C gir.C
15a di campionato, 17/11/2019
Teramo - Ternana 1 - 1
Eccellenza
11a di campionato, 17/11/2019
Spoleto - Narnese 1 - 3
Orvietana - Gualdo Casac. 2 - 1
Promozione gir. B
11a di campionato, 17/11/2019
Viole - Amerina 2 - 0
Romeo Menti - Petrignano 3 - 0
Montefranco - AMC 98 0 - 2
Massa Martana - Olympia Thyrus 1 - 1
Giove - Julia Spello 3 - 0
Campitello - Vis Foligno 1 - 1
Athletic Bastia - San Venanzo 0 - 2