Il Tabellino

ORVIETANA – NESTOR MARSCIANO 1 – 2

ORVIETANA: Beccaceci, Paletta, Bianco, Lanzi, Bernardini (84’ Idromela), De Vitis, Bertino, Locchi (89’ Perquoti), Danieli, Dida, Chiumarulo (78’ Colangelo). All. Fiorucci

NESTOR: Bagnetti T., Nofri Onofri, Szczesniak (69’ Lorenzini), Ciurnelli A., Goretti, Ciurnelli L. (36’ Scappini), Sisani D., D’Ambrosio (83’ Vestrelli), Donati (88’ Bagnetti), Sisani M. (69’ Santantonio), Faraghini. All. Montecucco.

Arbitro: Ciorba di Perugia (Brizioli – Garofalo)

Marcatori: 44’ Donati (N), 49’ Bertino (O), 94’ Sisani D. (N)

Il Muzi perde l’impermeabilità che durava da inizio campionato. Merito o colpa, secondo il punto di vista, sono della Nestor Marsciano, ormai abitudinaria nel dare dispiaceri ai biancorossi negli istanti che precedono il fischio finale. Era già successo all’andata con Faraghini, pronto a metterla dentro nei minuti di recupero. Oggi è toccato a Davide Sisani vestirsi da killer al minuto 94. Nel tempo regolamentare, l’Orvietana, dopo appena 2’, aveva colpito un palo con Danieli, che avrebbe potuto modificare il senso della gara, andando sotto dopo 44’, pareggiando, provvisoriamente, con Bertino, nei minuti di recupero. La Nestor, per la verità, ha fatto qualcosa in più per meritare i tre punti, non fosse altro che per la testardaggine e la voglia messe in campo per l’intero arco della partita. A fronte delle quali l’Orvietana è sembrata poco attrezzata per competere, non essendo parsa affamata com’era da attendersi. In casa biancorossa le assenze di Annibaldi e Simoncini hanno finito per pesare oltre il previsto, per aver costretto l’allenatore a compiere scelte con riscontri poco appaganti. La squadra gagliarda e tosta, com’era nella mente degli spettatori, ha lasciato il posto ad un’altra, meno incisiva e con idee non sempre lucide. La difesa d’ufficio, oltre che sulle assenze, potrà far leva sulle pessime condizioni del terreno, ma era così per tutti, su una direzione di gara affidata ad un esordiente e rivelatasi poco appropriata, che, in 97’, non ha mai assegnato una punizione per falli commessi sugli attaccanti, che ha sorvolato con leggerezza su interventi duri e per questo pericolosi, che dirigendo continuamente la partita da distanza siderale allo sviluppo del gioco, non ha ritenuto intervenire su un fallo in area, ai danni di De Vitis, oltremodo sospetto. Sia chiaro, però, che l’atteggiamento del sig. Ciorba ha finito per danneggiare un po’ tutti, eventuale calcio di rigore a parte. I risultati degli altri campi confermano, ad ogni modo, il generale equilibrio, anche se, specie in alto, la classifica si è un po’ allungata, con l’Orvietana ancora in zona play off, appaiata proprio alla Nestor. Il S. Sisto, terz’ultimo della graduatoria, si trova sei punti sotto ai biancorossi. Sarà lotta fino alla fine, a iniziare dalla prossima trasferta con l’Angelana e necessita, assolutamente, non farsi trovare impreparati.

Foto Orvietana Calcio

ALTRE NOTIZIE

CERCA NEL SITO

Eccellenza
Squadra Pt G
Tiferno 44 23
Spoleto 41 23
Narnese 38 23
Orvietana 37 23
Nestor 37 23
Trasimeno 35 23
Sansepolcro 35 23
Pontevalleceppi 33 23
Lama 32 23
San Sisto 29 23
Castel del Piano 29 23
Assisi Subasio 28 23
Ducato 27 23
Angelana 26 23
Gualdo Casac. 14 23
Ellera 11 23

ULTIME GARE DISPUTATE